Martedì, 25 Settembre 2018

La più piccola delle Jeep, nasce a Melfi e si chiama Renegade

Si chiama Renegade, la più piccola della famiglia  Jeep e nasce in uno stabilimento italiano,  a Melfi.
Stesso stabilimento da cui sta per uscire anche la variante crossover 500X che entrerà a breve a far parte della ”Famiglia500” e che sarà presentata ai primi di ottobre al Mondial de l'Automobile di Parigi
Jeep Renegade è la prima vettura del gruppo Fiat Chrysler Automobiles nata dalla collaborazione tra Italia e Usa e completa la gamma Jeep a livello globale segnando l'ingresso del brand nel segmento dei Small Suv ed é disponibile sia nella configurazione a due ruote motrici trazione anteriore, che a quattro.
Presenta un look dalle linee decise e classici elementi Jeep come i fari tondi, la mascherina a sette feritoie e i passaruota trapezoidali. Sono disponibili, a richiesta, due configurazioni di tetto apribile: una in vetro di ampie dimensioni a scorrimento elettrico, oppure il ”MySky” che si può rimuovere e conservare nel bagagliaio.
Moderni gli interni caratterizzati dalla massima attenzione al dettaglio, innovative combinazioni di colori, materiali di pregio, contenuti tecnologici di ultima generazione e pratici vani portaoggetti.
Nell’uso off-road Renegade offre angoli di attacco e di uscita ai migliori livelli del segmento, sospensioni a ruote indipendenti e due sistemi di trazione integrale che trasferiscono la coppia necessaria su ogni singola ruota e sono abbinati al sistema di gestione della trazione Jeep Selec-Terrain a quattro modalità (cinque per la  Trailhawk) .
Per il comfort e l'infotainment Renegade offre i sofisticati sistemi UConnect con schermo touchscreen da 5" di serie (da 6,5" con il navigatore satellitare) e il quadro strumenti con display a colori da 7" a visualizzazione multipla (di serie su Limited e Trailhawk). Per la sicurezza c’é quanto di meglio disponibile nel segmento, tra cui 6 airbag di serie, Esc con sistema antiribaltamento elettronico oltre a dispositivi come la frenata assistita e l’avviso di uscita dalla corsia (di serie su Limited).
La gamma prevede tre allestimenti: Longitude, Limited e Trailhawk. In fase di lancio é disponibile l'esclusiva ”Opening Edition” a tiratura limitata.
In Italia verrà proposta in cinque combinazioni tra motore e trasmissione: il turbo benzina MultiAir2 1.4 da 140 cv. con Stop&Start abbinato al cambio manuale a sei rapporti e alla trazione 4x2; il turbodiesel MultiJet II 1.6 da 120 cv. con Stop&Start, cambio manuale a sei rapporti e trazione 4x2; il turbodiesel MultiJet II 2.0 da 140 cv. con Stop&Start, cambio manuale a sei rapporti e trazione 4x4 e il MultiJet II 2.0 nelle due varianti da 140 e 170 cv. con Stop&Start abbinato al cambio automatico a nove rapporti e alla trazione 4x4. La trasmissione automatica a nove rapporti permette una ripresa pronta e un'erogazione fluida congiunte a una elevata efficienza nei consumi. Completamente elettronica, è provvista di mappatura "shift-on-the-fly", con possibilità di passare alla modalità manuale-sequenziale AutoStick.
Il listino prezzi parte da 23.500 euro per le versioni Longitude e Limited con motore 1.4 benzina da 140 cv. e raggiunge i 32.800 euro per il modello top di gamma Trailhawk 2.0 MultiJet II da 170 cv. con cambio automatico a 9 rapporti e trazione 4x4.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X