Giovedì, 20 Settembre 2018

Pd, scontro sui nuovi assessori

Sicilia, Politica

PALERMO. A Roma si tratta, a Palermo si litiga. Il fragile equilibrio che sta costruendo il segretario regionale del Pd, Fausto Raciti, è messo in crisi da uno scontro durissimo fra Davide Faraone, leader dei renziani, e Antonello Cracolici, principale esponente dei cuperliani. La lista di nuovi assessori in quota Pd (in cui non figura la Scilabra) è pronta ma la tensione interna al partito legittima lo scetticismo di Crocetta.
Raciti stamani discuterà con il vicesegretario Lorenzo Guerini i dettagli del piano per ridare unità al Pd e rilanciare il sostegno al governo. Fondamentali i cambi in giunta. Oggi in quota Pd ci sono il renziano Giuseppe Bruno (Lavoro), Roberto Agnello (Economia, area Lupo), Nelli Scilabra (Formazione) vicina a Lumia e Crocetta, Maria Rita Sgarlata (renziana). In più c’è Michela Stancheris (Turismo), fedelissima del presidente e formalmente in quota Megafono. È in questo quadro che il Pd cerca di inserirsi.
La bozza che il segretario ha in mano prevede di indicare quattro assessori: i renziani confermerebbero Bruno, Lupo darebbe fiducia ad Agnello mentre in quota cuperliani entrerebbero Angelo Villari (vicino a Cracolici) e l’ex presidente dell’Asi di Enna Cataldo Salerno (fedelissimo di Crisafulli).
ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X