Mercoledì, 21 Novembre 2018

«Dancheels», il fitness è sui tacchi
Esplode la sensualità delle siciliane

Tonifica gambe e glutei nel modo più originale e femminile, insegnando a camminare in maniera elegante con il portamento di una modella e la forza di un’atleta. Ideata da Cristiana Jana D’Antoni, la nuova disciplina è approdata appena da un anno nell’Isola Ma sono già cinque le istruttrici che hanno aperto corsi a Catania, Caltagirone, Sciacca e Ragusa
Sicilia, Tempo libero

PALERMO. Tonificare gambe e glutei nel modo più originale e femminile puntando tutto sulla forza della sensualità. E' arrivato anche in Sicilia e sta riscuotendo un grande successo il «Dancheels», la danza-fitness che si balla sui tacchi. Una disciplina che garantisce femminilità e tonificazione, insegnando a camminare in modo sano ed elegante sui tacchi, con il portamento di una modella e le gambe di un'atleta di fitness. Ideato, sviluppato e presentato da Cristiana D'Antoni, più conosciuta come Jana e da anni uno dei punti di riferimento del «Dance Fitness» mondiale,
Il Dancheels è approdato sull'Isola da meno di un anno ma conta già cinque istruttrici siciliane, sparse tra Catania, Ragusa, Sciacca e Caltagirone.
«L'idea di indossare un tacco per allenarsi ballando coinvolge e incuriosisce un po' tutti - spiega Maria Brundo, insegnante della palestra "Perfection" di Catania -. Dopo una iniziale perplessità all'idea di muoversi sui tacchi, le mie allieve si sono innamorate di questa nuova disciplina sin dalla prima lezione, perchè si divertono ad essere sensuali e femminili mentre allenano e tonificano il proprio corpo». Muoversi sui tacchi, infatti, aiuta non solo a migliorare l'equilibrio ma anche a «costruire» i muscoli dell'arto inferiore, aumentandone il tono e la definizione.
«Allenarsi mantenendosi in punta dei piedi farà lavorare maggiormente la muscolatura della parte posteriore della gamba e i risultati di questi esercizi si vedranno soprattutto su glutei e cosce - assicura Maria -. Ma ne beneficerà anche il tono di altri distretti muscolari, come addominali e lombari. I tacchi alti, inoltre, sono in grado di migliorare indirettamente la circolazione nelle gambe e, in alcuni casi, possono alleviare il gonfiore delle caviglie. Non solo. Quando è presente un'eccessiva curvatura della colonna vertebrale, i tacchi aiutano a migliorare la postura poiché costringono a camminare in posizione verticale, fornendo sollievo al mal di schiena». Non tutte le scarpe con il tacco, però, sono adatte a tale disciplina. «No al sandalo e alla zeppa che, essendo privi di flessibilità e sensibilità plantare, impediscono alcuni movimenti rendendo instabile il piede», spiega Vera Taormina, insegnante dell'A.S.D. Space Gym di Sciacca. «Per questa disciplina si può spaziare, invece, da un tacco 5 a un tacco 10 con scarpe comode, come un decolleté - aggiunge Maria Brundo -. Il tacco deve essere centrale e non posteriore in modo da scaricare il peso corporeo sulla parte centrale del tallone, senza danneggiare la pianta anteriore e senza correre il rischio di rottura».
Se il tacco deve avere determinate caratteristiche, lo stesso non si può dire per le allieve. Chiunque, infatti, senza limiti d'età, può praticare il Dancheels.
Le lezioni sono frequentate sia dalle ragazzine di 16 anni fino alle signore di 40 e 50 anni. Tutto ciò che conta è la voglia di allenarsi divertendosi. «Consiglio il Dancheels a tutte le donne, comprese coloro che non si sentono a proprio agio camminando sui tacchi - afferma Vera -. Oltre a migliorare l'umore, infatti, si ha un forte impatto visivo ed emotivo. Le gambe appaiono più lunghe e slanciate, il passo più femminile, i glutei sollevati. Ci si sente così più sensuali e l'autostima cresce».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X