Sabato, 17 Novembre 2018

VOCI DALLA CITTA'. Marciapiedi sporchi e cassonetti improvvisati

RIFIUTI
DANILO PATELLA
DA MONTE PELLEGRINO

Facendo una passeggiata su per il Monte Pellegrino, ci imbattevamo in rifiuti speciali, verosimilmente eternit, abbandonato sul ciglio della strada precisamente ad un centinaio di metri dal piazzale che ospita Santa Rosalia. Avendo visto, qualche volta, personale addetto alle pulizie ho pensato che qualcuno si fosse prodigato al recupero di tali rifiuti. Il giorno 03/08/2014 risalendo sul monte, mi accorsi che l'eternit era esattamente allo stesso posto, ovvero sul ciglio della strada dove lo avevo visto il 29 di giugno.

GIANFRANCO ALONGI
DA VIA RISO

Sistemati i cassonetti in via Francesco Riso. Dopo la segnalazione del disservizio ripulita anche la strada.

GIUSEPPE PIRROTTA
Ma è possibile dover continuare a vedere la città piena di cartacce e sporcizia ovunque? E non esistono zone «franche»... Non se ne può più! Altro che città europea...

ALICE
DA VIA SAVERIO SCROFANI

Tempo fa per la festa di Santa Rita c’era un banchetto sul marciapiede usato per vendere le rose. Oggi è diventato ricettacolo di rifiuti. La cosa che mi stupisce non è tanto la mancata rimozione da parte della Rap, quanto il malcostume di chi vive nel quartiere che giorno dopo giorno deposita rifiuti su rifiuti. Non ci sono scusanti per chi sporca lo spazio di tutti.

SILVIA
DA CORSO CALATAFIMI

Il marciapiede di corso Calatafimi che oltre ad essere dissestato, non viene pulito adeguatamente. I rifiuti si accumulano per la strada e le aiuole sono diventate dei cestini non solo di cartacce e foglie secche ma anche di escrementi di animali che per altro ricoprono gran parte del marciapiedi. Inoltre, le fronde degli alberi non lasciano spazio alle persone per passare, sarebbe il caso di potarle per consentire il passaggio delle persone. È inaccettabile che le strade di Palermo siano in queste condizioni, tanto più una strada percorsa dai bus turistici.
(Nonostante il contratto di servizio tra Comune e Rap - che conta quasi 2400 dipendenti - sia stato firmato, il problema legato ai rifiuti continua a essere al vertici della classifica delle segnalazioni inviata alla redazione di Ditelo a Rgs. Il contratto avrà una durata di cinque anni e prevede 142 milioni di euro all’anno. Tra i servizi finanziati: la raccolta dei rifiuti urbani, della differenziata, lo spazzamento e il diserbo; la raccolta dei rifiuti speciali; la gestione di Bellolampo; la rimozione delle carcasse di auto; la pulizia dei mercatini, la manutenzione stradale e il monitoraggio dei livelli di smog. Tra i servizi che il Comune paga a parte, invece, figurano: il supporto a eventi, manifestazioni e fiere occasionali; la rimozione e lo smaltimento degli sfabbricidi; la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti da potature; la raccolta delle alghe e dei rifiuti prodotti dal canile; la rimozione e lo smaltimento dell’amianto; la sanificazione e la derattizzazione delle scuole e la pulizia delle spiagge).

MERCATINI
VINCENZO SALERNO
DA VIA MICHELE TITONE

Sono un abitante di via Michele Titone, e faccio presente che il problema dei bagni chimici nel mercato rionale ha raggiunto una situazione imbarazzante. Trovare sacchetti pieni di urina per strada oltre la puzza e i cattivi odori che imperversano con il caldo in questi ultimi giorni, fanno si che la strada sia diventata del tutto invivibile. Fate un sopralluogo di lunedì per verificare la situazione appena descritta.

SMS FIRMATO
DA VIA ANDREA CIRRINCIONE

Sono passato sabato scorso dal mercatino di via Puglisi. Una tristezza immensa. Quello che un tempo era un punto di riferimento dell’intero quartiere che si trova alle spalle di via Imperatore Federico è oggi popolato da poche bancarelle. Alcune cose sono ancora molto convenienti. Ma la crisi sembra avere colpito anche la vendita degli ambulanti. Mi sorprende vedere molta merce cinese popolare ormai gli stalli. Un tempo al mercatino si faceva la spesa. Oggi si passeggia tristemente.

POVERTÀ
VINCENZO

Invece di pensare ai lavori per la realizzazione del tram perché non si pensava ai senzatetto e ai disoccupati?

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X