Venerdì, 21 Settembre 2018

Regione, caccia ai condannati:
dopo il 118 controlli in alti uffici

PALERMO. Dopo la Seus anche alla Regione e nelle altre partecipate scatta la caccia a chi ha subìto condanne incompatibili con l’assunzione nella pubblica amministrazione e la permanenza in servizio. «C’è un divieto di assunzione nella pubblica amministrazione - dice il presidente della Regione, Rosario Crocetta - è la legge. Lo stesso screening lo faremo in tutte le altre partecipate e anche alla Regione. Meraviglia il fatto che invece non sia stato fatto prima. Non c’è alcuna persecuzione, è solo applicare la legge. Ci vorrà del tempo, lo faremo gradualmente ma sarà avviato per tutti gli uffici».


ALTRE NOTIZIE NELLE PAGINE DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X