Lunedì, 19 Novembre 2018

Manovra Ter, Crocetta: "Il commissario dello Stato blocca la creatività dell'aula"

PALERMO. "Il commissario dello Stato ha  fatto un buon lavoro. Ha avuto il compito di regolare una  eccessiva creatività che a volte si è manifestata a sala  d'Ercole durante l'esame del disegno di legge". Il presidente  della Regione siciliana, Rosario Crocetta commenta così con  l'ANSA l'impugnativa di alcune norme della finanziare ter varata  nei giorni scorsi dall'Ars. "Regge l'impianto complessivo della manovra economica -  aggiunge -. Viene certificata la veridicità delle nostre uscite  e la correttezza della spesa. E quindi l'equilibrio del nostro  bilancio in una finanziaria che ha destinato 400 milioni di euro  agli accantonamenti per i residui e quindi alla cancellazione di  parte del debito". "Vengono assicurati gli stipendi a tutti i  lavoratori degli enti regionali e per i precari per tutto  l'anno, - ricorda - destinato un fondo congruo per le iniziative  sociali e culturali, introdotta l'integrazione socio sanitaria e  il contributo per l'inserimento lavorativo per i disoccupati più  poveri". Crocetta chiarisce inoltre che "il commissario dello  Stato riconosce valida la norma che preleva un contributo di  solidarietà dalla pensioni superori a 50 mila euro ma riserva la  destinazione di tale somme all'implementazione del fondo e non  al bilancio della Regione. Questa norma è alla base di una  legge che taglierà le pensioni d'oro".  "Piena condivisione per le altre impugnative che ad esempio  tendevano a legittimare pensioni non in linea come quelle  dell'Irsap e Eas. - conclude - Dispiace per i fondi al banco  alimentare a alla facoltà di teologia. Ma vareremo a tal  proposito una legge specifica".  


PENSIONI, IMPUGNATA SOLO LA DESTINAZIONE - «Il commissario dello Stato
riconosce valida la norma che preleva un contributo di solidarietà dalla pensioni superori a 50 mila euro ma riserva la destinazione di tale somme all'implementazione del fondo e non
al bilancio della Regione. Questa norma è alla base di una legge che taglierà le pensioni d'oro». Lo afferma il presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta commentando
l'impugnativa del prefetto Carmelo Aronica al comma sulle pensioni inserita nella manovra finanziaria varata nei giorni scorsi all'Ars.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X