Lunedì, 19 Novembre 2018

VOCI DALLE CITTA'. Cassonetti capovolti e rifiuti lasciati per strada

RIFIUTI
SMS FIRMATO
DA PIAZZALE UNGHERIA

Il problema del piazzale Ungheria non è soltanto del bivacco dei senzatetto. È da tempo abbandonato alla sporcizia, non se ne occupa nessuno.

SALVATORE GAROFALO
DA SFERRACAVALLO

Nel tratto di costa sotto piazza Beccadelli, a Sferracavallo, sono presenti rifiuti (carta, sacchetti di plastica, lattine, bottiglie di vetro, ecc...) dovuti alla presenza dei venditori ambulanti che durante la sera montano le bancarelle a ridosso della ringhiera e dovuta anche all'assenza dei cestini per la carta. È un vero peccato perché molti turisti vengono a visitare Sferracavallo e devono assistere a un paesaggio martoriato dai rifiuti anche nella costa.

SALVO DI MARCO
DA PIAZZA EDISON

Gli abitanti di piazza Edison (prospiciente via Libertà) chiedono la pulizia e la bonifica del «pozzo» monumento nazionale adottato solo durante la manifestazione «La scuola adotta un monumento» e abbandonato da anni. Ormai è una discarica a cielo aperto, con gravi problemi di igiene pubblica.

GIANFRANCO ALONGI
DA VIA FRANCESCO RISO

Cassonetti rovesciati e rifiuti per terra in via Francesco Riso. È un’indecenza.

MAURIZIO TACCHINI
DA VIALE MICHELANGELO

In viale Michelangelo, all'altezza del civico 1389 si presenta la seguente situazione: cassonetto distrutto sul marciapiede, carta per terra in quanto il contenitore della riciclata e stracolmo e rotto, tutto attorno frutta a terra in putrefazione. Comunque in tutto Viale Michelangelo i marciapiedi sono in condizioni pessime (fogliame, erbacce, spazzatura).

FRANCESCO DI MAIO
DA BORGO NUOVO

Nel quartiere Borgo Nuovo è possibile che la Rap, o chi di competenza, non riesca a ripulire questa discarica a cielo aperto? Le aiuole sono tutte sporche, ci sono cani randagi e gatti in tutta la zona soprattutto a piazzale Castronovo e via Comiso. Perché la polizia municipale non mette delle telecamere affinché tutto questo schifo possa finire?

DISERBO
MAURIZIO MAZZOLA
DA VIA PRINCIPE DI PATERNÒ

È con mia grande felicità che vi comunico che le villette di via Principe di Paternò, di fronte all'istituto Magistrale; la villetta all’incrocio con via delle Magnolie e via Veneto e la villetta in via Nunzio Morello finalmente sono state pulite e le erbacce tagliate. Rimane nel degrado la villetta di via Sciuti. Ancora oggi, dopo tre mesi, i cumuli di erba tagliata rimangono nelle aiuole a fare da calamita per altri rifiuti.

(Gli operai della Rap dimezzati dalle ferie ecco perché gli interventi di diserbo sono difficili. Aldo Serraino, direttore del dipartimento igiene del suole e pulizie delle caditoie della Rap, nei giorni scorsi ha spiegato che le squadre attualmente in azione sono cinque rispetto alle dieci usualmente in servizio. I decespugliatori funzionanti sono attualmente otto. Ma ne servirebbero altri dodici).

LAVORO
SMS FIRMATO

Ma chi ha detto che hanno pagato i forestali? Per gli operai stagionali si aspetta giugno e luglio. E non si sa se pagano... prima devono pubblicare la gazzetta ufficiale e comunque sempre se il commissario accetta la Finanziaria. Quindi se pagheranno passeranno almeno venti giorni.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X