Mercoledì, 26 Settembre 2018

VOCI DALLE CITTA'. Rifiuti sui marciapiedi tra disservizi e inciviltà

RIFIUTI
MAURIZIO CASTAGNETTA
DA VIA QUINTINO SELLA

In via Quintino Sella, davanti all'ingresso dell'Istituto Autonomo Case Popolari, sono stati abbandonati rifiuti ingombranti tra cui materassi che intralciano il passaggio e l'entrata dell'istituto. Non si può accettare tutto questo, perché il marciapiede è impercorribile. Chiediamo la rimozione immediata.

ISABELLA VESCO
DA VIA ROMBULO

Sono trascorsi più di due mesi dalla prima segnalazione. La montagna di rifiuti si è moltiplicata sia in altezza che in numero di sacchetti abbandonati. Ora le montagne sono due: una a destra e una a sinistra. I topi scorrazzano, il cattivo odore rende l’aria irrespirabile.

(Nonostante il contratto di servizio tra Comune e Rap - presieduta da Sergio Marino - sia stato firmato, il problema legato ai rifiuti continua a essere al vertici della classifica delle segnalazioni inviata alla redazione di Ditelo a Rgs. Il contratto avrà una durata di cinque anni e prevede 142 milioni di euro all’anno. Tra i servizi finanziati: la raccolta dei rifiuti urbani, della differenziata, lo spazzamento e il diserbo; la raccolta dei rifiuti speciali; la gestione di Bellolampo; la rimozione delle carcasse di auto; la pulizia dei mercatini, la manutenzione stradale e il monitoraggio dei livelli di smog. Tra gli interventi da pagare a parte, invece, figurano: il supporto a eventi, manifestazioni e fiere occasionali; la rimozione e lo smaltimento degli sfabbricidi; la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti da potature; la raccolta delle alghe e dei rifiuti prodotti dal canile; la rimozione e lo smaltimento dell’amianto; la sanificazione e la derattizzazione delle scuole e la pulizia delle spiagge)

TRAFFICO
DOMENICO PAONITI
DA VIA ENRICO TOTI

Un'auto Volkswagen Polo, targata AH472VA è abbandonata da più di tre anni al civico 120 di via Enrico Toti, nonostante i vari solleciti e i sopralluoghi della polizia municipale che non hanno fatto altro che etichettare il relitto. Ora, mi chiedo: queste carcasse non fanno parte dei rifiuti solidi urbani?

SMS FIRMATO
DA ISOLA DELLE FEMMINE

Un’importante strada ancora chiusa nonostante abbiano ultimato, con molto ritardo, i lavori. Lo scorso anno, dal 3 giugno al 30 settembre, quest’arteria è stata aperta per agevolare il flusso veicolare estivo ma, subito dopo, è stata chiusa per completare i lavori. Oggi per poter procedere da Palermo verso Capaci occorre attraversare il paese di Isola delle Femmine con grande difficoltà per le condizioni delle strade strette e tortuose. Da quello che abbiamo potuto appurare il sottopasso non è stato ancora aperto per via di una querelle tra il Comune di Isola delle Femmine e l’Anas, in quanto nessuno di questi due enti vorrebbe prendere in gestione la viabilità.

DISERBO
ELENA GRAMMAUTA
DA VIA LUPARELLO

Vorrei sollecitare il diserbo della via Luparello che, a causa di rovi non tagliati da anni, si è notevolmente ridotta mettendo in pericolo le vetture che circolano in entrambi i sensi di marcia. Per non parlare del pericolo quando si passa con il motorino. Inoltre l'abbondante paglia, lungo la strada, rischia di essere bruciata facendo divampare incendi nella collina di Baida che potrebbero mettere in pericolo le villette della zona. Chi amministra la città dovrebbe ricordarsi che esistono anche i cittadini della periferia che pagano ugualmente le tasse e vorrebbero in cambio dei servizi.

ANIMALI
GIUSEPPE
DA VIA ROMA

I bisogni lasciati per strada dai cavalli trainanti carrozze che giornalmente invadono senza alcuna regola la città, per esempio davanti al teatro Biondo di Palermo, in via Roma. Si potrebbero documentare altre decine di casi in varie zone del centro. Queste carrozze assediano o invadono le piazze principali del centro compresi i Quattro Canti, che andrebbe ribattezzata piazza Urinatoio per lo schifo e la sozzura che giornalmente alcuni di questi cocchieri in livrea fanno combinare ai loro quadrupedi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X