Giovedì, 20 Settembre 2018

Breda al Gds: «Napolitano quel doppio ruolo
arbitro-supplente a tutela dell’Italia»

Sicilia, Editoriali

Visto dal Colle più alto il precipizio del Pil preoccupa non poco, per l'acuirsi della crisi e l'impoverimento del paese. «È una mazzata alla quale il Governo dovrà porre rimedio» commenta il quirinalista del Corriere della Sera, Marzio Breda, attento e prestigioso inviato al seguito di ben quattro Capi dello Stato: Cossiga, Scalfaro, Ciampi e Napolitano. «Come organo costituzionale - spiega Breda - il Quirinale svolge un continuo monitoraggio dell'economia. Dunque è scontata la preoccupazione di Giorgio Napolitano per l'andamento del Pil. Di solito nei momenti di crisi il Capo dello Stato consulta il governatore della Banca d'Italia Ignazio Visco e il presidente della Bce, Mario Draghi, e in parallelo - rivela il quirinalista fra i più stimati da Napolitano – il Presidente tasta il polso ai ministri competenti, primo fra tutti Padoan. E lo sta facendo anche in queste ore, per quanto vada ricordato che su questo terreno il Capo dello Stato non può spingersi oltre un'azione riservata di consiglio e di stimolo. La cosiddetta moral suasion».


LEGGI L'INTERVISTA COMPLETA NELLE PAGINE DEL GIORNALE DI SICLIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X