Domenica, 18 Novembre 2018

Vazquez, la difesa a 3 e il vecchio gruppo
Ma Iachini è pronto a cambiare strategie

Il tecnico del Palermo è ripartito dallo stesso modulo della passata stagione e dal «Mudo», nella seconda parte del ritiro è probabile che studi nuove soluzioni tattiche
Sicilia, Qui Palermo

Il rapporto tra Iachini e il presidente Zamparini è più solido che mai. I due sono in linea praticamente su tutto, dalla tattica alle strategie di mercato. L'impresa compiuta in Serie B, con la promozione ottenuta con largo anticipo, è valsa la riconferma dell'allenatore alla guida dei rosanero che quindi, a differenza dell'anno scorso in cui subentrò in corsa prendendo in eredità il lavoro svolto da Gattuso, ha potuto cominciare la stagione con tutta quella preziosa opera di «semina» che va fatta necessariamente in estate, durante i ritiri di preparazione, e che è fondamentale per la coesione e la crescita del gruppo e dei singoli. In queste prime due settimane di allenamenti il Palermo ha provato e riprovato soprattutto situazioni di difesa, segno che Iachini in Serie A vuole prima di tutto rendere la sua squadra un fortino per poi colpire l'avversario, magari affidandosi alla fantasia dei suoi sudamericani. Iachini vuole puntare ancora sulla difesa a tre da sempre caldeggiata da Zamparini, tanto moderna e spettacolare, quanto difficile da mettere in campo soprattutto perché in questo modulo gli esterni sono chiamati a giocare un ruolo fondamentale.
ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X