Mercoledì, 19 Settembre 2018

Immigrazione, Renzi: una sconfitta per l’Europa

ROMA. ''Finché Mare Nostrum avrà un budget superiore a quello intero di Frontex questo segna una sconfitta per l'Europa, non per l'Italia. La situazione in Libia nelle ultime settimane è peggiorata. Reputo urgente un intervento della comunità internazionale, a partire dall'Onu, e su questo nei prossimi giorni continuerà una pressione da parte mia''. Lo dice il premier Matteo Renzi in un colloquio con Avvenire in cui interviene anche sul caso Meriam.  ''Ho parlato di lei, come di Asia Bibi e delle ragazze rapite da Boko Haram, al Parlamento europeo proprio perché per me l'Europa deve occuparsi di questi temi'', afferma Renzi, secondo cui ''si può fare ancora molto perché questo è il periodo nella storia in cui più numeroso è il pericolo di martirio per i cristiani. E uno Stato laico ha il dovere d'impegnarsi''.    
Sul caso Tavecchio, ''quell'espressione sugli stranieri che mangiavano banane è inqualificabile. Un clamoroso autogol'', osserva Renzi. ''Detto questo mi fermo, rispettiamo l'autonomia delle istituzioni sportive''.  Nel colloquio il premier interviene anche sulle unioni civili. ''I diritti civili stanno in un pacchetto che parte dalle riforme costituzionali'', Una volta che il Parlamento avrà terminato di votare queste, discuteremo anche su quella che ritengo essere una assoluta e corretta rappresentazione delle civil partnership, sul modello tedesco'', dichiara annunciando ''una proposta ad hoc del governo''. Quanto al quoziente familiare, ''confermo il mio impegno. Non sarà fattibile nel 2014, vedremo se ci saranno i margini per il 2015. Il tema va affrontato all'interno della delega fiscale''.  

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X