Lunedì, 24 Settembre 2018

Il capo delle autoscuole: «Strade siciliane poco sicure»

Per il segretario regionale dell'associazione autoscuole Confarca i pericoli maggiori sono costituiti dai tunnel privi di illuminazione

PALERMO. Attenzione a come si consegue la patente: bisogna essere certi che chi guida abbia una formazione adeguata. A lanciare l’allerta è Salvatore Lupo, segretario regionale dell'associazione autoscuole Confarca. Per Lupo i neopatentati devono prepararsi bene e guidare con la massima prudenza. Il segretario regionale di Confarca sottolinea poi come le strade siciliane non sono sicure e le gallerie non illuminate sono uno dei maggiori rischi: per il passaggio traumatico e rischioso dalla luce al buio, ma anche per il manto stradale diverso all'interno dei tunnel. In particolare Lupo cita le pericolose gallerie senza illuminazione sulla Palermo-Messina e sulla Palermo-Catania: rischi che possono diventare mortali «senza una formazione approfondita - evidenzia Lupo - in particolare per chi ha meno esperienza». Quando i tunnel sono uno dopo l'altro il pericolo aumenta: come nel caso delle quattro gallerie al buio, con tanto di cartello, tra Sferracavallo e Isola. E mentre Anas e Cas annunciano che nel 2015 arriveranno nuovi impianti di illuminazione, Lupo ricorda che intanto chi viaggia corre gravi rischi.
L’INTERVISTA INTEGRALE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X