Sabato, 22 Settembre 2018

Atletica, al Giro di Castelbuono trionfa Ghebreslassie

Alle sue spalle il favorito della vigilia, l'uomo più atteso con le sue due medaglie olimpiche e i titoli mondiali, Eliud Kipchoge

CASTELBUONO. L'edizione numero 89 del Giro di Castelbuono è andata al diciottenne eritreo Ghirmay Ghebreslassie. La gara, che per la prima volta fu disputata 102 anni fa, è uno dei momenti d'attrazione dei festeggiamenti di Sant'Anna. Ghebreslassie ha percorso i 9 giri, per complessivi dieci chilometri, in 30'31«01; alle sue spalle il favorito della vigilia, l'uomo più atteso con le sue due medaglie olimpiche e i titoli mondiali, Eliud Kipchoge, che ha tenuto duro almeno fino a metà gara: per lui 30'35»03. Terzo gradino del podio ancora per i colori keniani con John Kipcoech (31'20«). Quarta piazza per l'americano Ryan Vail, prima volta per uno statunitense in gara qui a Castelbuono, che a chiuso in 31'27'03». «Già al secondo giro ho capito che potevo vincere questa gara - ha detto ieri sera a fine corsa Ghebreslassie, al suo esordio in Italia - quando sono andato in testa del nostro gruppo di tre in compagnia di Kipchoge e Kipcoech, ma ho visto che se acceleravo non riuscivano a tenere il mio passo. Così ho atteso qualche giro prima di staccarli, per contenere le energie». Primo italiano il marchigiano Gabriele Carletti (Atletics Terni) in 32'07«07. 38 partenti, 26 classificati ufficiali, con Giuseppe Gerratana (Aeronautica Militare) primo siciliano al traguardo che ha vinto la sfida 'casalingà contro Davide Ragusa e Giorgio Scialabba.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X