Mercoledì, 14 Novembre 2018

Il monito del Papa nella Terra dei fuochi: "Va difesa da corruzione e illegalità"

CASERTA. La «vostra bella terra» «richiede di essere tutelata e preservata, richiede di avere il coraggio di dire no ad ogni forma di corruzione e di illegalità, richiede a tutti di essere servitori della verità e di assumere in ogni situazione lo stile di vita evangelico». È l'appello lanciato da papa Francesco celebrando la messa a Caserta. «Dare il primato a Dio significa avere il coraggio di dire no al male, alla violenza, alle sopraffazioni, per vivere una vita di servizio agli altri e in favore della legalità e del bene comune». Così il Papa nell'omelia pronunciata nella piazza antistante la Reggia di Caserta di fronte a 200 mila fedeli.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X