Martedì, 25 Settembre 2018

Il dolce freddo siculo al limone disseta e agevola l’abbronzatura

RAGUSA. Mai come in questo periodo dell'anno si sente la necessità di consumare alimenti freschi e salutari, che ci aiutino a riprenderci dal gran caldo. Tra questi rientrano le tanto amate granite. «Anche durante la bella stagione - spiega Francesco Salemi, tecnologo alimentare - è importante scegliere gli alimenti giusti, ovvero quelli che siano in grado di soddisfare le esigenze del palato e dell'organismo. La scelta, a questo punto, non può che ricadere su un dolce freddo, gelato semi-congelato, preparato con acqua, zucchero e succo di limone (o altro ingrediente), ossia la sicilianissima granita al limone che si può gustare a colazione, come spuntino nel corso della giornata o come pasto specie se accompagnato da una profumatissima brioche». A detta dell'esperto la granita è un ottimo rinfrescante poiché reintegra l'organismo dai liquidi persi con la sudorazione grazie all'acqua e ai sali minerali in essa presenti. Il suo contenuto calorico si attesta intorno alle 100 kcal per 100 gr di prodotto. È ricca di zuccheri semplici (25-35%), di vitamina A (ottima per l'abbronzatura e per le ossa), di vitamine del gruppo B e di vitamina C (antiossidante naturale per eccellenza, utile per il rafforzamento dello scheletro, antibatterico). «Oltre alla granita di limone - prosegue Salemi- esistono varianti più o meno diffuse in tutta l'isola come ad esempio quella alla fragola, alla mandorla (amara e decisa per l'intenso aroma), ma anche al gelsomino, ai mirtilli e persino al melograno (frutto di cui Ippocrate ne ha elogiato le virtù medicamentose): un vero tripudio di colori, sapori e profumi che nutre, rinfresca e rende felici». G.B.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X