Mercoledì, 19 Settembre 2018

Rendiconto della Regione, annullate tre votazioni all'Ars: tutto rimandato

Sicilia, Politica

PALERMO. Non sono bastati tre tentativi di votazione per approvare il «rendiconto 2013» della Regione, e alla fine al presidente dell'Ars Giovanni Ardizzone non è rimasto che rinviare la seduta a domani.  Fin dall'inizio dei lavori d'aula, nel pomeriggio, Ardizzone aveva notato che i deputati presenti non erano in numero sufficiente a garantire il numero legale, ma alcuni parlamentari hanno insistito chiedendo di procedere con il voto finale del ddl sul rendiconto. Le prime due volte Ardizzone ha dichiarato «aperta la votazione» per annullarla subito dopo. La terza volta ha anche dichiarato il numero dei presenti in aula: «42», soglia insufficiente all'approvazione del testo. In base al regolamento, in questi casi la votazione deve essere ripetuta dopo un'ora, ma Ardizzone ha dichiarato «nullo» il voto. Quindi, rivolgendosi ai deputati presenti, ha ricordato che «in aula ognuno vota per sè».  «C'era una oscillazione continua che mi è sembrata strana - ha poi aggiunto il presidente dell'Ars - per questo ho annullato le votazioni, la mia funzione è anche quella di garante». La seduta è stata dunque rinviata a domani alle 16.


«È opportuno un raccordo, i tempi stringono e la manovra va approvata prima possibile, speriamo già entro domenica». Lo ha detto Giovanni Ardizzone, presidente dell'Ars, intervenendo nel corso dei lavori d'aula di oggi a proposito della manovra-ter approvata questa mattina all'alba in commissione Bilancio. Il testo, dopo il lavoro tecnico di coordinamento degli uffici di palazzo dei Normanni, sarà incardinato in aula domani o giovedì.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X