Mercoledì, 14 Novembre 2018

Juve: subito tegola Morata, ora si attende il sì di Pereyra

Problema al ginocchio per l'attaccante. Ufficiale l'arrivo di Evra, si apsetta di definire la trattativa con l'Udinese per il centrocampista

TORINO. Dopo Morata, che ieri si è dovuto fermare in allenamento per una distorsione al ginocchio sinistro, ecco Patrice Evra per la difesa. «È la scelta giusta e non vedo l'ora di farne parte e di continuare la striscia di successi che ha contraddistinto la sua prestigiosa storia», le parole del terzino francese, che ha salutato il Manchester United e ha firmato un contratto biennale. Marotta attende ora il sì definitivo di Maximiliano Pereyra. Con l'Udinese la trattativa è ormai alla stretta finale, manca solo l'annuncio. Per Evra, 33 anni, si tratta di un ritorno in Italia. Il terzino sinistro ha infatti esordito nel Marsala, in C1, nella stagione 1998-1999. Poi Monza, Nizza, Monaco e, appunto, Manchester United, di cui è stato anche il capitano. Un innesto di esperienza in un reparto ora alla ricerca di un centrale in grado di far rifiatare i titolari. Si pensa in prima battuta a Savic, che la Fiorentina potrebbe far partire in cambio di Isla, o ad Astori, che il Cagliari non vuole però vendere e sul quale bisogna battere la concorrenza della Lazio. Per i dirigenti della Juventus, insomma, il lavoro non manca. Tra domani e mercoledì Marotta e Paratici dovrebbero incontrare Gino Pozzo per definire il trasferimento del centrocampista argentino. Che intanto, oggi, ha approfittato della mezza giornata di riposo concessa da Stramaccioni ai suoi (ex) compagni, per portare via i suoi effetti personali dall'armadietto del centro di allenamento. «Dire quanto siamo vicini all'accordo è rischioso - osserva il ds friulano Cristiano Giaretta - ma tra noi la Juventus e l'agente del calciatore c'è una buona sinergia». Allegri avrà quindi a disposizione un centrocampista duttile, in grado di ricoprire più ruoli sulla mediana e di cambiare modulo. La squadra, intanto, oggi ha sostenuto una doppia sessione di lavoro sul campo. Parte atletica al mattino, tecnica e tattica al pomeriggio, con tanto di partitella a campo ridotto. Sfortunato lo spagnolo, che nell'allenamento di oggi pomeriggio ha riportato un trauma distorsivo al ginocchio sinistro. Domani verranno valutate le condizioni dell'attaccante, che avrà un pò più di tempo per studiare l'italiano. Sul profilo Twitter del club è infatti comparsa una foto sua e di Coman, l'altro neo acquisto straniero del club, a lezione per imparare la nuova lingua. Quasi scontato il commento dei due calciatori, che sul social network hanno postato la loro prima frase nel linguaggio del loro nuovo Paese. «Ciao - si legge - noi giochiamo per la Juve».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X