Venerdì, 16 Novembre 2018

Incidenti in Sicilia, sangue e silenzi indecenti

Ci risiamo. Le urla di dolore che si sollevano ormai a ritmo tragicamente serrato davanti alle chiazze di sangue sull’asfalto delle strade siciliane, continuano a riecheggiare inascoltate nel silenzio assordante delle istituzioni preposte a dare risposte e adottare contromisure. Istituzioni che, quando non tacciono, borbottano in freddo burocratese spiegazioni non sempre convincenti e quasi mai esaustive.
Un paio di esempi, solo gli ultimi. A proposito del problema della gallerie ridotte a bui antri cavernosi, oggi l’Anas ci assicura che «a settembre, quando il traffico sarà meno intenso, contiamo di far partire le opere». E ieri il Consorzio autostrade ammetteva che «ci sono tempi burocratici molto lunghi».

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X