Lunedì, 24 Settembre 2018

Su Tgs i «Simboli» della Sicilia: stasera si parte da Santa Rosalia

Alle 22 al via un nuovo ciclo con una puntata speciale dedicata alla religiosità e alla mitologia della Santuzza
Sicilia, Cultura

PALERMO. Si parte ovviamente dall'«acchianata»: il momento culminante della devozione popolare, uomini, donne, vecchi e bambini che si inerpicano per i sentieri di Montepellegrino, recando, ognuno, un suo pensiero segreto, una richiesta, un desiderio, un'implorazione da presentare alla Santuzza. Parte da qui il nuovo progetto di Tgs: un viaggio per Simboli ed è appunto questo il titolo del programma condotto da Giovanni Villino. Una produzione nuova di zecca, costruita in collaborazione con Gds Media&Communication e in onda da stasera alle 22 (replica a mezzanotte, poi lunedì, il 16, 23 e 30 luglio). Un vero e proprio viaggio nel cuore più segreto e straordinario della Sicilia. Un itinerario che porterà alla luce, tra storie e miti, il volto nascosto di un'isola che da millenni custodisce segreti, riti e leggende.
Il percorso di Giovanni Villino e di Simboli inizia da Montepellegrino e dalla Santuzza a cui è dedicata la puntata speciale di stasera. E quindi, ecco la tradizionale «acchianata», facendo un salto indietro nel tempo: dalle popolazioni e dai culti punici per arrivare al volto di Rosalia, la Santuzza, oggi venerata anche dalle popolazioni Tamil. «Viviamo in una terra - afferma Giovanni Villino, giornalista, esperto di new media e conduttore della trasmissione - che nel corso della storia è stata un vero e proprio scrigno di tesori. Dai monumenti alla cultura, passando per la tradizione orale, questa nostra Isola offre diversi spunti sia ai suoi abitanti così come ai visitatori. Per questo motivo abbiamo deciso di metterci in viaggio per raccontare. E lo faremo anche attraverso la voce di alcuni studiosi e specialisti».
Nella prima puntata, un'intervista al rappresentante della comunità Tamil, tra le etnie che più venerano la Santuzza, anche esempio della Dea della Reincarnazione; e che ogni domenica, alle sei del mattino, si inerpicano verso la cima del Monte. Poi, un viaggio anche nel cuore del Santuario, guidati da don Gaetano Ceravolo, alla scoperta dell'altare punico, all'ingresso della grotta, en plein air; la storiografia di Rosalia, dal ritrovamento delle ossa alle analisi scientifiche, dai primi atti di devozione pubblica alle ritrosie del cardinale Giannettino Doria fino alla convocazione dell'apposita commissione di teologi e medici, e la successiva conferma che culminò con la processione del 9 giugno 1625: al canto del Te Deum, fu sconfitta la peste. Il programma Simboli - riprese e montaggio sono di Salvo Militello - dopo la puntata speciale di luglio intitolata l'Ombra della Dea, tornerà a settembre per continuare a raccontare nuovi aspetti della Sicilia. Dalla riscoperta dei castelli federiciani agli strani fenomeni di Riesi e Canneto di Caronia. Per essere aggiornati sul programma e inviare eventuali segnalazioni basta collegarsi alla pagina www.facebook.com/simbolitv.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X