Martedì, 25 Settembre 2018

L’arte del riciclo: dai vecchi abiti nascono coppole personalizzate

PALERMO. Con l'ironia che lo contraddistingue, il brand La Coppola Storta lancia un progetto per dare una nuova vita ai capi d'abbigliamento inutilizzati. Quante volte un capo rimane nell'armadio senza essere indossato per anni solo perché è troppo doloroso allontanarsi da esso?
Dopo aver riscattato attraverso la moda l'immagine della coppola siciliana, il brand adesso dà un significato diverso e attuale al riciclo, tema attualissimo dagli infiniti spunti creativi, lanciando il primo riciclaggio personalizzato.
Giacche, t-shirt, jeans, camicie e pullover adesso abbandonano l'armadio e si trasformano in coppole siciliane personalizzate. Non solo vestiti, ma anche foulard, coperte e meravigliose tappezzerie da arredamento: l'azienda accetta tessuti di ogni genere.

Il progetto «Il riciclaggio siciliano» invita ad inviare i capi di abbigliamento dismessi a Piana degli Albanesi per dar vita a pezzi unici di alta sartorialità. Un lavoro di stile, una nuova vita per dei capi che rievocano dei ricordi e che, attraverso il riciclo, si trasformano in coppole dal valore sentimentale.
«Il progetto sta avendo molto successo - afferma Tindara Agnello, direttore artistico de La Coppola Storta - e sono arrivati capi addirittura dalle Filippine e con quei tessuti abbiamo realizzato delle coppole personalizzate. Alcune coppole assumono così un valore in più, rievocano momenti di vita particolari e commoventi». Un cambiamento per far rinascere l'amore per un capo a cui si è particolarmente affezionati e una nuova coppola che prende vita portando con sé i ricordi legati a momenti felici. Da.Ci.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X