Sabato, 22 Settembre 2018

La furia di Crocetta contro l'Eni: "Se chiudono in Sicilia chiederemo risarcimento miliardario"

GELA. «La Regione siciliana chiederà un risarcimento miliardario se l'Eni confermerà nel piano industriale l'intenzione di abbandonare la Sicilia, chiudendo gli stabilimenti di Gela o Priolo». Lo annuncia all'ANSA il governatore della Sicilia, Rosario Crocetta, al termine della riunione al Mise.  «Sono preoccupato per le scelte antimeridionaliste e siciliane da parte dell'Eni, si prevedono solo tagli nel Mezzogiorno, questo è totalmente inaccettabile. Ora aspettiamo che l'Eni consegni il piano industriale, ma se l'intenzione è chiudere Gela e Priolo la Sicilia non ci sta». 


«La Regione non permetterà la chiusura di alcun impianto dell'Eni sulla base di piani
futuristici e promesse d'investimenti. Prima l'Eni investa, bonifichi le aree e tutto questo comporta dei tempi. Non si ripeterà più quanto accaduto a Termini Imerese con la Fiat, questo giochetto l'abbiamo già subito, un film già visto».  Crocetta spiega che il governo Renzi «ha manifestato solidarietà alla Regione e ai lavoratori, chiedendo che prima di
ogni discussione l'Eni presenti il piano industriale, salvaguardando tutti i posti di lavoro».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X