Mercoledì, 21 Novembre 2018

Di Mauro: «La Regione cancelli subito enti inutili come Eas, Ircac e Crias»

Il capogruppo all’Ars del Pds: «Sono strutture che comportano spese e svolgono attività che possono portare avanti gli uffici interni»

PALERMO. «L’accordo siglato a Roma da Crocetta è un suicidio per la Sicilia perché recepisce subito una normativa troppo rigida che renderà impossibile chiudere il prossimo bilancio. Adesso non c'è più tempo, il governo tagli gli enti inutili e avvii un confronto con i sindacati per ridurre i costi sul personale»: Roberto Di Mauro, capogruppo del Partito dei Siciliani all'Ars, interviene così sulla situazione politica ed economica dell'Isola.

LA PARIFICA DEL BILANCIO REGIONALE ALLA FINE È ARRIVATA, ANCHE SE LA CORTE DEI CONTI HA PARLATO DI LUCI E OMBRE SULLA SITUAZIONE FINANZIARIA DELL'ISOLA. QUAL È IL SUO GIUDIZIO?
«Io credo che il peggio debba ancora venire. La vicenda dell'accordo siglato a Roma del presidente della Regione non sta né in cielo né in terra. Crocetta non solo ha rinunciato al contenzioso da 3 miliardi e mezzo di euro, ma in più ha recepito le norme nazionali che prevedono una nuova tipologia di contabilità per l'amministrazione regionale. Sono regole molto stringenti che ci metteranno in seria difficoltà».
ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X