Mercoledì, 21 Novembre 2018

A Ustica il Cda della Rete delle 80 aree marine protette del Mediterraneo

USTICA. Prenderà avvio domani il Consiglio d'Amministrazione del MedPAN, il network di aree marine protette (Amp) del Mediterraneo creato nel 2011 e che oggi associa 80 aree marine protette in 18 paesi del Mediterraneo, dalla Tunisia alla Croazia, passando per l'Italia. MedPAN si propone di combattere il degrado delle aree costiere e i danni derivanti dalla pesca intensiva e non sostenibile, problemi a cui il Mediterraneo è particolarmente vulnerabile.
L'Area Marina Protetta di Ustica, la prima a essere istituita in Italia, si è associata al MedPAN nel 2013 e oggi ne diventa protagonista ospitando il consiglio di amministrazione annuale. «Ci candidiamo ad ospitare la conferenza annuale del MedPAN, già dal prossimo anno - annuncia Giuseppe Di Carlo, direttore dell'Area Marina Protetta di Ustica - per potere dimostrare sia la nostra capacità sul territorio che quella di collaborare con altre Amp, mediterranee e internazionali. Mi fa piacere anche - continua Di Carlo - che i membri del Consiglio  d'Amministrazione saranno ospiti durante la »Festa del Mare 2014« prevista per domani e che avranno modo di scoprire le bellezze della nostra isola e del nostro mare.»
Nel Consiglio del MedPAN siedono membri delle Nazioni Unite, ONG quali il WWF, e rappresentanti di alcune delle più rinomate aree marine protette del Mediterraneo tra cui l'italiana Torre  del Cerrano, la spagnola Cabrera e la croata Brioni. Tra i partner di MedPAN vi sono il Ministero dell'Ambiente italiano e Federparchi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X