Lunedì, 24 Settembre 2018

Palermo, Marrone sempre più vicino

Il cartellino del centrocampista torna nelle mani della Juventus che adesso potrebbe girarlo in prestito ai rosanero. Per la difesa spunta il nome di Costa
Sicilia, Qui Palermo

PALERMO. Luca Marrone è «tutto» della Juventus e l'operazione chiusa ieri potrebbe tradursi in un assist invitante per il Palermo. La società bianconera ha definito la trattativa col Sassuolo che porta a uno scambio con gli emiliani. La Juve riscatta, infatti, la seconda metà del centrocampista in comproprietà coi neroverdi, mentre a Sassuolo si trasferisce il terzino sinistro Federico Peluso. Il ritorno alla casa madre di Marrone, però, sarà solamente momentaneo. Marrone ha firmato con la Juventus un contratto che lo legherà alla Signora fino al 2019, ma il suo destino per questa stagione è lontano da Torino. Il giocatore non rientra nei piani di Antonio Conte e verrà ceduto in prestito, col Palermo che in questo momento risulta essere favorito sulla concorrenza in virtù di un discorso aperto già nei giorni scorsi con i bianconeri. I buoni rapporti del direttore sportivo del Palermo, Franco Ceravolo, con la sua ex società e il gradimento del giocatore, che avrebbe già dato il suo consenso al trasferimento in Sicilia, potrebbero facilitare l'affare. A Palermo il jolly di centrocampo andrebbe a cercare il riscatto, dopo una stagione con più ombre che luci a Sassuolo, grazie a un modulo, il 3-5-2 di Iachini, che meglio si sposa con le sue caratteristiche rispetto al 4-3-3 utilizzato da Di Francesco.
La notizia dell'operazione Marrone alla Juve sarà rimbalzata fino alla Bulgaria, dove si trova in questo momento Ceravolo che sta trattando tre giovani promesse dell'Europa dell'Est. Si tratta di due centrocampisti e un attaccante. Il direttore sportivo rosanero cercherà di assicurarsi Chochev, per una cifra che si aggira intorno al milione di euro, e Gamakov. Per quest'ultimo l'idea della società rosa sarebbe quella di prelevarlo per poi girarlo una stagione in Serie B. Ceravolo ha messo, inoltre, gli occhi sul baby attaccante Valentin Ioskov, 17 anni, del Cherno More Varna. Malgrado la giovane età, Ioskov si è messo già in luce nel suo Paese a tal punto da far accendere i radar di società importanti come l'Inter. Il Palermo ci prova anche per questo attaccante con due ipotesi possibili: il trasferimento in Sicilia con la prospettiva di farsi le ossa nella formazione Primavera, o lasciarlo un altro anno in Bulgaria per prenderlo l'anno prossimo.
Sul fronte dell'Est Europa Ceravolo non ha smesso di guardare alla Polonia, continuando a monitorare il gigante del Lech Poznan, Marcin Kaminski, difensore della Nazionale polacca. A dimostrazione che, malgrado in questo momento le priorità sembrano essere soprattutto a centrocampo e in attacco, il Palermo sta lavorando anche per rafforzare il reparto arretrato. A tal proposito i rosa hanno messo nel mirino il difensore della Sampdoria, Andrea Costa, che Iachini ha già avuto proprio a Genova nell'anno della promozione in A, mentre devono rinunciare a Cherubin che dal Bologna si è trasferito all'Atalanta. Non è stata ancora del tutto abbandonata, comunque, la pista che potrebbe riportare in rosanero Matias Silvestre che, dopo l'anno al Milan, è tornato all'Inter.
Per quanto riguarda le cessioni, invece, Perugia sembra possa diventare una sorta di succursale del Palermo. Dopo il trasferimento di Goldaniga, infatti, la società umbra sta trattando coi rosa l'esterno Lores Varela, che potrebbe così restare in B, dopo la seconda parte della passata stagione trascorsa in prestito al Bari.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X