Martedì, 18 Settembre 2018

Manovra ter, dubbi in commissione sulle norme

Sicilia, Politica

PALERMO. Comincia in salita l'iter nelle commissioni di merito della manovra ter da 360 milioni di euro. Il testo stamani è approdato in commissione Affari istituzionali, presieduta da Antonello Cracolici (Pd), col governo assente che ha delegato alcuni funzionari della Regione; ma anche tra i commissari le assenze sono state molte: presenti ai lavori, a parte Cracolici, i due esponenti del M5s Francesco Cappello e Salvatore Siragusa, Nino D'Asero per il Ncd e a tratti Paolo Ruggirello di Art.4 e Michele Cimino per il Pdr.
La commissione ha sollevato alcuni dubbi sulla manovra, in particolare su due norme: quella che prevede la soppressione di alcuni comitati e quella per l'abolizione delle integrazioni per il personale. Nel primo caso, i commissari hanno chiesto chiarimenti in quanto non è palese quali comitati e collegi il governo intenda sopprimere e con quale procedura; nel secondo quali sono le integrazione che si intendono abolire e chi tra il personale della Regione li percepisce e in virtù di quale delibera o norma di legge.
In questo clima, la commissione ha rinviato l'esame e ha dato tempo fino a lunedì per gli  emendamenti; martedì la Icommissione si riunirà probabilmente alla presenza del ragioniere generale della Regione e degli assessori alle Autonomie locali e all'Economia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X