Giovedì, 20 Settembre 2018

Massimino, il club rossazzurro: “Se campo non pronto chiederemo i danni al Comune”

CATANIA.  Se «l'intero manto erboso non sarà integralmente ripristinato a regola d'arte, come era prima dei concerti» dell'11 e 12 giugno scorsi di Ligabue al Massimino, il Calcio Catania «non soltanto non prenderà in consegna» lo stadio, ma si riserverà «ogni azione» per «il danno che la società dovesse subire» per «l'inidoneità del campo». Lo scrive il club etneo sul proprio sito Internet.

«È singolare - afferma il Calcio Catania - che l'amministrazione non ha ritenuto di dare un riscontro alla lettera da noi inviata il 20 giugno scorso che esponeva la complessa situazione di degrado del campo e gli ingenti danni rinvenuti dopo lo svolgimento del concerto, considerato ancora di rilievo il comportamento inerte assunto dal Comune nonostante i parecchi giorni trascorsi dalla fine dell'evento autorizzato dall'Ente».
«È chiaro  - sostiene la società rossazzurra - che gli interventi manutentivi dovranno riguardare non soltanto la fascia di fondo campo lato curva sud, ma l'intero tappeto erboso che presenta ulteriori zone danneggiate in quanto che il campo nella sua totalità si presenta carente, perchè solo gli interventi manutentivi idonei, se posti in essere tempestivamente - conclude il Calcio Catania - si auspica permettano un rapido recupero».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X