Mercoledì, 14 Novembre 2018

Serradifalco, è «scontro» fra Gd e il sindaco

Sicilia, Archivio

SERRADIFALCO. Generazione democratica fa quadrato attorno a Totò Pelonero. «Uno stimato dirigente del Partito democratico», sul quale avrebbe rilasciato presunte “dichiarazioni sconcertanti” il sindaco Giuseppe Maria Dacquì. Il quale, però, rincara la dose parlando di “un personaggio artefice di numerose tragedie”. Scrive il gruppo dirigente del Pd in un post su Facebook: «Che il sindaco avesse perso la bussola del buon governo del paese, e di conseguenza la fiducia dei cittadini, era cosa risaputa. Che avesse smarrito anche il senso della misura e della decenza non lo sapevamo». Tanto che i democratici esprimono “vicinanza e solidarietà al compagno Salvatore Pelonero, certi che tali ignobili bassezze, che non meritano neanche risposta, non fiaccheranno la sua passione genuina e il suo spirito da combattente”. Sul primo cittadino, il gruppo generazione democratica sostiene ancora che, “in trecentosettantaquattro anni di storia di Serradifalco, mai nessun personaggio politico si era spinto tanto in basso nell'insulto meschino contro un avversario. Dacquì ha toccato il fondo”. Da qui l’invito a tacere rivolto al sindaco. Il quale, per il Pd, starebbe “alla gloriosa tradizione politica serradifalchese quanto il "Pierino" di Alvaro Vitali al grande cinema d'autore”. Il Pd non accetta poi che Dacquì, nell’attaccare Pelonero, abbia citato l’ex segretario del Pci Enrico Berlinguer. Tanto da dire: «Prima di pronunciare il nome di Enrico Berlinguer, semmai, si premuri di effettuare ripetuti gargarismi a base di varechina».
Pronta la replica del sindaco Dacquì: «Se il gruppo Generazione democratica e il suo leader Giuseppe Lucchese pensano di potere attaccare il sindaco e che questi debba rimanere inerme, si sbagliano di grosso. Le osservazioni e le esternazioni fatte alla stampa nei giorni scorsi sono il frutto dell’atteggiamento di Pelonero, ormai noto ai più. Del resto, soltanto il gruppo di Generazione democratica può esternare la propria solidarietà a un personaggio che ha fatto tanto discutere nella vita politica locale e che è stato, e continuerà a essere, artefice di numerose tragedie. Il gruppo del Pd che è stato scalzato nell’ultimo congresso cittadino, invece, si guarda bene dal prendere le difese di Pelonero. In questa vicenda, poi, chi del gruppo Generazione democratica dà il meglio di se lo fa facendo ricorso a luoghi comuni».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X