Martedì, 18 Settembre 2018

Dialisi notturna, pazienti dirottati a Gela

Si arriva a stento a coprire i turni visto che l’organico prevede cinque unità e in questi giorni anche il primario, Epifanio Di Natale, ha assicurato la reperibilità notturna onde evitare l’insorgere di altri problemi

CALTANISSETTA. Un’ora di strada. È quanto potrebbe essere costretto ad affrontare un paziente con urgente bisogno di essere sottoposto a dialisi. Da qualche giorno infatti nelle ore notturne non sempre il servizio al Sant’Elia è coperto dal medico ed in quel caso i pazienti devono essere trasferiti al Vittorio Emanuele di Gela con tutti i disagi che ne conseguono. Un problema che nasce perché al momento il reparto di dialisi conta in tutto, oltre al primario Epifanio Di Natale, solo tre medici, di cui uno impossibilitato ad assicurare la reperibilità notturna e un altro in malattia. Dunque si arriva a stento a coprire i turni visto che l’organico prevede cinque unità e in questi giorni anche il primario, Epifanio Di Natale, ha assicurato la reperibilità notturna onde evitare l’insorgere di altri problemi. Certo, come è stato sottolineato dallo stesso dirigente, il paziente viene trasportato in massima sicurezza con un medico a bordo dell’ambulanza, come già è capitato qualche notte addietro, ma il trasferimento ad un’ora di strada da Caltanissetta è difficile da affrontare tanto per il paziente quanto per i familiari dello stesso.


UN SERVIZIO NELL'EDIZIONE DI CALTANISSETTA DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X