Mercoledì, 26 Settembre 2018

Mercatino di contrada Pian del Lago Da luglio ambulanti con la tessera

La Polizia municipale, raccoglie le foto dei quasi 200 commercianti autorizzati

CALTANISSETTA. Dal prossimo mese tutti gli operatori del mercatino settimanale saranno muniti di tesserino identificativo con tanto di foto e gli estremi della licenza a vendere. La polizia municipale, come fa ormai da alcune settimane, continua a raccogliere le foto dei quasi duecento ambulanti regolarmente autorizzati (all'appello ne mancano ancora una quarantina) poi saranno gli uffici a verificare la sussistenza dei requisiti (pagamento della Tosap principalmente) e a chi ha le carte in regola sarà rilasciato il tesserino per l'accesso e l'occupazione del suolo pubblico al mercatino di Pian del Lago. Una misura da qualcuno aspramente criticata, ma utile - secondo la polizia municipale - a combattere l'abusivismo. Chi non porterà bene in vista il tesserino sarà ritenuto irregolare e automaticamente allontanato. La tolleranza zero per gli irregolari comincerà a scattare dal prossimo mese e per quella data si spera che il mercatino possa, a sua volta, avere le carte in regola con spazi di terra ben delimitati per non creare - come avviene adesso - confusione e occupazione arbitraria di stalli. Attualmente il numero degli espositori è sceso dai 260 (tanti sono i posti disponibili) a duecento. Molti non pagando l'occupazione del suolo pubblico hanno fatto automaticamente intendere che vogliono abbandonare la piazza nissena, altri stanno accumulando un numero di assenze da determinare il ritiro dell'autorizzazione. Il Comune obbligato ad attingere ad una vecchia graduatoria per riempire i tanti posti vuoti e far pulsare il mercatino facendolo ridiventare il punto di riferimento per migliaia di famiglie nissene. È stato invece accantonato il vecchio progetto - sul quale stava lavorando l'assessore alle attività produttive Salvatore Calafato prima delle sue clamorose dimissioni - che prevedeva una diversa allocazione del mercatino con le bancarelle schierate lungo le due corsie di viale Candura nel tratto antistante lo stadio. L'ipotesi, condivisa dalle associazioni datoriali e gli stessi operatori, è stata momentaneamente sospesa ed anche questa patata bollente passerà nelle mani della nuova amministrazione comunale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X