Mercoledì, 26 Settembre 2018

Aeroporto Comiso, Soaco: “Adesso Enav paghi i controllori di volo"

COMISO. «Dopo l'intitolazione a Pio la Torre dell'aeroporto, ora si guarda al futuro dello scalo». Lo afferma il presidente di Soaco, Rosario Dibennardo, sottolineando che «oggi Comiso, dopo un anno di vita, è un aeroporto che ha rilevanza internazionale».    
«Abbiamo già più di 160.000 passeggeri - aggiunge Dibennardo - ma il servizio Enav, in questo momento, non è a carico dell'Ente nazionale di Aviazione Civile. I controllori di volo sono pagati dalla Soaco, grazie ad un contributo di 4,5 milioni di euro della Regione Siciliana, che ci permette di coprire il costo per due anni. Il futuro dello scalo è legato alle scelte che saranno operate dal mondo politico e delle istituzioni. Chiediamo che venga approvato al più presto il piano nazionale degli aeroporti e che, subito dopo - conclude il presidente di Soaco - si preveda di inserire Comiso nell'accordo di programma quadro con l'Enav che prevede i servizi di torre a carico di Ente, come avviene negli altri aeroporti italiani».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X