Venerdì, 21 Settembre 2018

Cassazione: da rifare il processo per voto di scambio ad Antinoro

ROMA. La Sesta sezione penale della Cassazione ha appena annullato con rinvio la condanna a sei anni di reclusione per voto di scambio inflitti dalla Corte di appello di Palermo, il 5 luglio 2013, all'ex parlamentare Udc Antonio Antonoro. Lo si apprende da fonti della sua difesa.
«Grande soddisfazione» per l'annullamento della sentenza d'appello è stata espressa dall'avvocato Valerio Spigarelli che insieme al professore Giovanni Aricò ha difeso Antinoro in Cassazione dando atto del  «prezioso lavoro svolto fin dall'inizio della vicenda e nei precedenti gradi di giudizio dal collega Massimo Motisi del foro di Palermo». In primo grado Antinoro era stato condannato il 16 dicembre 2011 a due anni e mezzo di reclusione per voto di scambio semplice, con l'esclusione dell'aggravante mafiosa.
In appello, invece, l'aggravante fu riconosciuta e applicata e la condanna fu elevata a sei anni di reclusione. La Procura ne aveva chiesti otto. In base alle accuse, Antinoro avrebbe dato soldi a mafiosi del mandamento di Resuttana in cambio di voti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X