Domenica, 23 Settembre 2018

Amministrative in Sicilia, le sfide più delicate si decidono al ballottaggio

Sicilia, Politica

PALERMO. È nei nove centri con più di 10 mila abitanti, dove è stato utilizzato il proporzionale, che si è giocata la sfida più delicata. Si tratta di Caltanissetta, San Cataldo, Acicastello, Acireale, Bagheria, Monreale, Termini, Pachino e Mazara. A CALTANISSETTA, unico capoluogo di provincia interessato dalle comunali, in testa, per il ballottaggio, c’è il biologo Giovanni Ruvolo, sostenuto dal centrosinistra insieme all'Udc, Sel e Psi, contro Michele Giarratana, appoggiato da alcune liste civiche. A SAN CATALDO, ad avere la meglio è Giampiero Modaffari, sostenuto da due liste civiche, che ottiene il 33 per cento dei voti, seguito da Giuseppe Scarantino, di centro, che si ferma al 24 per cento.
Ad ACI CASTELLO netta vittoria del sindaco uscente Filippo Maria Drago, appoggiato dal centrodestra. Anche Acireale (il sindaco uscente era del Pdl, Antonino Garozzo), l’8 giugno tornerà alle urne. Sarà sfida tra Roberto Barbagallo, sostenuto da 4 liste civiche e Sebastiano Leonardi, candidato del centrosinistra, seguito da Michele Di Re, appoggiato da Forza Italia e Udc.
A TERMINI IMERESE Salvatore Burrafato, appoggiato da Pd, Megafono, Articolo 4 ma anche da Ncd, sfiderà Agostino Moscato, ambientalista che si è presentato con una candidatura trasversale sostenuto da 4 liste civiche. A MONREALE Pd e Megafono si presentavano divisi. Qui è in testa Piero Capizzi, in corsa per il Pd, che sfiderà Alberto Arcidiacono, che corre con una coalizione composta da Ncd, Drs e Megafono. Fuori gioco il sindaco uscente Filippo Di Matteo, appoggiato da Udc e Forza Italia.
A BAGHERIA è in testa Patrizio Cinque, candidato dal Movimento 5 stelle, incalzato dal candidato del Pd, Daniele Vella. A PACHINO sarà sfida tra Pd e Megafono, perchè ad andare a ballottaggio sono Roberto Bruno (sostenuto dal Pd, ma anche dal Nuovo Centrodestra e da Cantiere Popolare) e Andrea Ferrara (Megafono e Udc).
Situazione incerta a MAZARA DEL VALLO. A contendersi la poltrona, il sindaco uscente Nicolò Cristaldi (Pdl), seguito da Giuseppe Bianco (Pd) e Vito Torrente (liste civiche). A ZAFFERANA ETNEA, nel Catanese, Alfio Russo è stato rieletto sindaco. Un responso uscito dalla urne dopo una tornata elettorale anomala, che ha visto concorrere per il rinnovo del Consiglio comunale soltanto la sua lista, dopo la mancata presentazione di altre liste, una di queste non ammessa dopo infruttuosi ricorsi al Tar. A SALEMI, nel Trapanese, Vittorio Sgarbi perde la battaglia elettorale, sorpassato da Domenico Venuti, Pd, che vince forte dell’alleanza tra Udc e Articolo 4. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X