Mercoledì, 19 Settembre 2018

Stop alla cessione del Cefop: a rischio 600 lavoratori

A bloccare l’operazione è stata l’Avvocatura dello Stato a cui la Regione ha chiesto un parere
Sicilia, Cronaca

PALERMO. Si blocca la cessione del Cefop al Cerf. O meglio, sulla carta la cessione è possibile. Ciò che non potrà andare in porto è il trasferimento dei finanziamenti che lo storico ente di formazione si era aggiudicato prima di essere messo in vendita. Si tratta di oltre 15 milioni.
A bloccare l’operazione è stata l’Avvocatura dello Stato a cui la Regione ha chiesto un parare prima di autorizzare il transito dei fondi dal vecchio ente all’acquirente. A questo punto la Regione ha comunicato ai sindacati che non darà il via libera all’operazione.
Il Cefop è uno degli enti più antichi e ricchi di personale nel panorama della formazione professionale. Vi lavorano oltre 600 persone, alcune delle quali erano state messe in cassa integrazione o trasferite al Ciapi di Priolo già durante la fase di ristrutturazione, affidata a tre commissari nominati dal governo nazionale.
Ora, lo stop alla vendita al Cerf, impedisce anche al personale di trovare la garanzia del mantenimento del posto. E quasi tutti, spinti dai sindacati, stanno rivolgendosi al Ciapi per lavorare nei progetti degli sportelli di orientamento al lavoro. Dove però ci sono già circa 300 esuberi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X