Venerdì, 16 Novembre 2018

Protesta Scat a Caltanissetta, la periferia si ribella

CALTANISSETTA. Da San Luca, da Pinzelli, da Santa Flavia partono richieste - a decine - per la ripresa del servizio di trasporto pubblico urbano. La Scat è ormai subissata dalle proteste di centinaia di utenti che non possono utilizzare i bus ormai fermi da un mese e mezzo perché l'azienda non è più in grado di acquistare il carburante. Proteste reiterate in questi giorni dopo la riattivazione di una sola linea (la 1) che collega Santa Barbara con l'ospedale Sant'Elia "evento" reso possibile dall'incasso di un residuo credito risalente dal 2010. San Luca, Pinzelli e Santa Flavia, zone distanti dal centro storico, sono sfornite di collegamenti dal lontano 7 aprile giorno in cui la cooperativa in piena crisi finanziaria ha deciso di fermare i mezzi e automaticamente il servizio con un presidio quasi permanente in piazza Garibaldi.
UN SERVIZIO NELL'EDIZIONE DI CALTANISSETTA DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X