Mercoledì, 21 Novembre 2018

Luci e musica in Sicilia, si accende la notte dei musei

Ingresso gratuito pure domenica nei siti della Regione, dalla Palazzina cinese di Palermo al Teatro antico di Taormina. L’assessore Furnari: «Rendere fruibili i tesori non adeguatamente pubblicizzati». E presto i biglietti potranno essere pagati con bancomat e carte di credito

PALERMO. Un fine settimana per scoprire, o riscoprire la cultura; visitando musei, adocchiando mostre, centellinando librerie. È la Giornata dei musei dell'Icom (International Council of Museum), unita alla Notte dei musei assorbita dall'assessorato ai Beni Culturali. Sabato (dalle 20 alle 24) e domenica ingresso gratuito ai siti della Regione. Dove sono state organizzate mostre, concerti o visite guidate. Musei in cui - a breve per i siti con incassi più importanti, a ruota per quelli più piccoli - si potrà pagare con bancomat o carta di credito, non solo con i contanti. Una decisione che arriva anche in seguito allo scandalo Novamusa: i pagamenti elettronici danno una certezza sugli incassi ed evitano il trasbordo di grosse somme.
«Stiamo mettendo mano all'intero sistema museale - spiega il neo assessore messinese Pina Furnari -, anche la notizia dell'arrivo di 336 Asu è da bilanciare, ne dovremo scoprire competenze e criteri prima di assegnarli ai siti. La linea comunque è quella di rendere fruibili più siti possibili, anche i piccoli che spesso nascondono tesori non adeguatamente pubblicizzati». Ovviamente budget, custodi, giorni festivi e biglietti, permettendo. I direttori sono sul piede di guerra, non sanno come fronteggiare l'estate. E c'è anche chi chiede lumi sui famosi “prestiti” eccezionali - vedi l'Auriga di Mozia - che l'assessore di turno ha osteggiato o accettato, a seconda degli orientamenti. Pina Furnari ha chiarito che deciderà caso per caso, ma che sarà tenuta fede agli accordi già avviati. Primo fra tutti quello con il Museo di Cleveland che attende gli argenti di Morgantina.
E veniamo alla due giorni di musei aperti e inziative provincia per provincia.
Palermo. Si possono visitare Arsenale Borbonico, Zisa e Casina Cinese, il Museo Pitrè; il Museo Salinas è in restauro, ma propone «Dal museo... allo scavo» all'Albergo dei Poveri dove è esposta la collezione Casuccini; e una mostra di reperti a Palazzo Branciforte.
Agrigento e Caltanissetta. Si parte dalla Valle dei Templi, compresa la parte orientale della collina dei templi e la mostra «I cavalieri della memoria. Le tradizioni cavalleresche in Sicilia» del museo delle Marionette. Domenica alle 16 davanti al tempio di Giunone, si esibisce l'Orchestra giovanile Blue Jeans. Visitabili sia l'archeologico di Caltanissetta che quello di Gela che ospita fino al 13 giugno le mini Olimpiadi.
Catania. Si potrà visitare il Teatro Antico (domani dalle 18 a mezzanotte, domenica dalle 9 alle 19) e partecipare al reading «Nella commedia antica greco-latina»; domenica aperte le Terme della Rotonda e la chiesa di San Francesco Borgia, il parco archeologico (con «Fatevi due passi: flaneurism is back!») e la biblioteca universitaria dove lunedì alle 17,30 Carlo Guarrera e Rosalba Bentivoglio affronteranno la «Vita Nuova» di Dante.
Messina. Aperto domani dalle 20 alle 22, il parco archeologico di Naxos; e domenica, il Museo di Naxos, il Museo di Isolabella e il Teatro Antico di Taormina.
Ragusa. Aperti l'area archeologica di Cava d'Ispica, con un concerto dell'orchestra del liceo Verga di Modica, spettacoli degli alunni del liceo Campailla e del liceo scientifico Galilei, oltre ad una videomostra dei progetti su Cava d'Ispica della School of Architecture dell'Università di Auckland; a Camarina apertura dalle 17 a mezzanotte con un progetto franco-danese e il coro Voci iblee. Sarà anche inaugurato uno dei nuovi settori del museo e presentata la mostra di dicembre «Naufragi», con la Ny Carlsberg Glyptotek di Copenhagen. Ricco il programma al Convento della Croce di Scicli: domani dalle 18,30 cortometraggi, percorsi olfattivi di piante aromatiche, foto storiche, gruppi musicali, spettacoli. A Santa Maria la Nova, la mostra «Le Regalità di Dio». Alle 20 al Museo della cucina, la mostra «Scatti d'autore» di Gianni Mania. Al Museo del costume, «Cocci di donne», monologhi da «Ferite a morte» di Serena Dandini. Nella chiesa di S. Teresa, mostra degli affreschi dall'oratorio della Convento della Croce; e alla chiesa della Consolazione, «Il restauro di Giuditta e Oloferne».
Siracusa. Al museo Paolo Orsi, la mostra «La rotonda di Adelfia», reperti dalla catacomba di San Giovanni; a Palazzo Bellomo (aperto fino alle 23) la mostra «Santa Lucia, dal buio alla luce» opere sconosciute dai depositi. Fruibili anche l'area di Leontinoi, la Villa del Tellaro, e il museo Antonino Uccello a Palazzolo Acreide.
Trapani. Al Museo Pepoli di Trapani e a Capo Boeo a Marsala, visite guidate e attività laboratoriali.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X