Domenica, 23 Settembre 2018

Cuffaro scrive dal carcere: "Quella pensione serve a far vivere la mia famiglia"

ROMA. “La mia pensione è al netto di 4.400 euro. Frutto di 20 anni di attività parlamentare e di 12 di attività di governo. HO servito la Regione e la mia gente per 20 anni e per questo sto pagando un prezzo umano e familiare inestimabile, che non auguro a nessuno. Ritengo perciò che oggi, anche se da detenuto, usufruire della pensione per poter dare da vivere e far studiare i miei figli non sia uno scandalo, come qualche novello moralizzatore vuol far credere”: lo scrive dal carcere di Rebibbia Totò Cuffaro in una lettera inviata ai giornalisti.
L’ex presidente, condannato a 7 anni per favoreggiamento aggravato alla mafia, difende la sua pensione: “Per la politica ho rinunciato alla possibilità di costruirmi una pensione da medico radiologo che sarebbe stata ben più remunerativa”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X