Mercoledì, 21 Novembre 2018

Verso i mondiali, Prandelli convoca 31 giocatori: C'è Rossi, fuori Gilardino

ROMA.  Giuseppe Rossi tra i 30 azzurri, Alberto Gilardino fuori. Chiellini convocato nonostante le tre giornate di squalifica, come annunciato ieri. Le uniche sorprese Darmian e Pasqual tra i terzini. Cesare Prandelli ha consegnato alla Fifa la sua lista di 30 azzurri dal Mondiale, dalla quale dovrà scegliere i 23 definitivi che partiranno per Mangaratiba il prossimo 5 giugno.   
Il 'casting' della nazionale partirà il prossimo 19 maggio a Coverciano, ritrovo in serata a sole 24 ore dalla fine del campionato. Paradossalmente, il dato più significativo della prelista è che l'Italia si è avvalsa della clausola Fifa sugli infortuni e ha chiamato Antonio Mirante, portiere del Parma, come 31/esimo. Si allenerà con gli altri, sapendo che entrerà nel gruppo solo in caso di problemi fisici di un suo collega entro la vigilia di Italia-Inghilterra. È un piccolo segnale di quanto siano ancora aperte le scelte del ct: basta seguire il filo logico di questa prima lista.   
L'ingresso di Giuseppe Rossi tra i 30 è davvero last minute, anche se l'attaccante viola ci ha creduto fino all'ultimo: «Spero di condividere altri successi: grazie a tutti», la sua prima esultanza su Twitter, con la foto in azzurro mentre esulta per l'ultimo gol segnato. Nella mente di Prandelli, lui era titolare fisso: ora i dubbi sulla condizione fisica lasciano tutto in sospeso, 'Pepitò ha tempo fino al 2 giugno per sovvertire i pronostici e soffiare il posto a Cassano. In ogni caso, l'ingresso di Rossi tra i 30 ha posto il ct di fronte a una scelta: togliere un giocatore tra gli attaccanti, i centrocampisti o i difensori? Ha pagato dazio Gilardino, fino a poche settimane fa una dei punti fermi; e tuttavia l'Italia si è avvalsa lo stesso della 'clausolà del 31/esimo, per poter includere un nome in più negli altri due reparti. Di qui la scelta di Darmian e Pasqual.    
A conti fatti, Buffon,Sirigu e Perin sono certi di salire sull'aereo per il Brasile. In difesa, i quattro centrali hanno una sola riserva, Ranocchia, e sono Barzagli, Bonucci, Paletta e Chiellini; per la chiamata di quest«ultimo, il ct è stato preso di mira dai social, #laveritàdiprandelli è l'hastag con ironiche e paradossali verità (del tipo 'kennedy ha simulatò) a fare da contrappunto alla spiegazione di Prandelli ('per me il gesto di Chiellini non era violentò). Tra i terzini, De Sciglio è l'unico certo, Maggio, Abate, Darmian e Pasqual in ordine gerarchico sono in corsa per uno o due posti.   
Ancora aperta anche a centrocampo: Pirlo, De Rossi, Montolivo, Thiago Motta, Marchisio, Candreva hanno il pass, Romulo ci sta molto vicino (può fare anche il terzino); l'esclusione di Giaccherini favorisce Parolo a discapito di Aquilani e forse addirittura di Verratti, che dovrà sudare per entrare nei 23. Infine l'attacco: Balotelli, Cerci, Cassano o Rossi, Destro e Immobile: possibile. Ma le certezze, in azzurro, non ci sono.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X