Sabato, 22 Settembre 2018

Formazione, piano snellimento: 400 in pensione e 500 via con incentivi

PALERMO. Subito 400 pensionamenti anticipati e 500 lavoratori via con incentivi: è la proposta del governo regionale ai sindacati per snellire un settore che conta diecimila lavoratori e costa oltre 200 milioni di euro l’anno. I sindacati dal canto loro si dicono favorevoli al piano che ha già ricevuto il via libera del ministero e sono pronti a sedersi al tavolo per stabilire i criteri del maxi-esodo, che comunque seguirebbe le norme della riforma Fornero. La trattativa al momento è in corso.
Ieri l’incontro è terminato a tarda notte e l’assessore Nelli Scilabra e la dirigente Anna Rosa Corsello incontreranno nuovamente i sindacati nel pomeriggio. Il nodo principale riguarda il futuro dei 1.800 ex dipendenti degli sportelli multifunzionali che dal 23 aprile scorso sono rimasti senza lavoro e senza paracaduti.
Dovevano essere impiegati nel progetto Garanzia giovani presso il Ciapi di Priolo che però non è in grado di sostenere l’operazione finanziaria. Così i lavoratori potrebbero tornare agli enti di appartenenza ai quali la Regione girerebbe i finanziamenti. Resta poi da chiarire il nodo degli stipendi arretrati chiesti dai dipendenti.


SUL GIORNALE DI SICILIA DI DOMANI UN APPROFONDIMENTO.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X