Domenica, 18 Novembre 2018

Serie A, la Juve batte anche la Roma all'Olimpico e tocca quota 99 punti: è record

I bianconeri vincono per 1 a 0 grazie ad un gol di Osvaldo e superano il record dell'Inter. Contro il Cagliari obiettivo 100 punti
Sicilia, Sport

ROMA. Un gol dell'ex Osvaldo all'ultimo soffio della sfida all'Olimpico regala alla Juve la vittoria sui giallorossi, che timbra la superiorità stagionale e porta al record  di 99 punti, con la possibilità di sfondare contro il Cagliari il muro dei 100 . È l'ennesimo primato dei bianconeri di Antonio Conte, il sigillo a una stagione straordinario.  Grande equilibrio nei due tempi tra le grandi avversarie, con protagonisti soprattutto i due portieri Storari e Skopurski, il polacco sostituto di De Santis.    È l'epilogo di una penultima giornata ricca di novità tecniche, al di là dell'ennesima brutta pagina con le banane lanciate a Bergamo all'indirizzo di Constant. Livorno,  Catania e Bologna scendono in serie B chiudendo il discorso salvezza grazie alle imprese di Sassuolo e Chievo che vincendo si salvano con un turno di anticipo.  Rimane aperto invece il discorso del sesto posto che vale l'Europa League a cui sono aggrappate quattro squadre: Verona e Milan (sconfitta oltre i suoi demeriti a  Bergamo) possono solo sperare nel flop delle due squadre che le precedono, il Parma a +1 e il Torino a +2. E proprio gli emiliani sembrano messi meglio visto che il  Parma ospiterà domenica il Livorno retrocesso mentre i granata senza Immobile dovranno rendere visita alla Fiorentina. Anche nel penultimo turno una valanga di gol,  32 centri, non tutti dovuti a difese poco concentrate.   Roma e Juve al piccolo trotto nel temuto incontro a otto giorni dagli incidenti in Coppa Italia: varie occasioni per la Roma, un palo di Pogba, tanti interventi dei due  portieri, poi due infortuni tolgono di mezzo De Rossi e Benatia, la Roma cerca di vincere ma nell'ultimo minuto del recupero perfetto contropiede di Liechsteiner e  conclusione vincente di Osvaldo, l'ex detestato dalla curva Sud.  


Se la Fiorentina blinda il quarto posto vincendo in casa del Livorno con un gol di Cuadrado e il Napoli fa goleada in casa di una Samp in vacanza con un 5-2 con  contributi di Zapata, Insigne (al terzo gol di fila dopo i due in Coppa Italia), Callejon, Hamsik (in gol dopo 17 turni) e autorete di Mustafi, lo scontro che conta si gioca a  Torino ma i granata non vanno oltre l'1-1 con un Parma coriaceo che rimonta il gol di Immobile (22/o e ultimo per quest'anno per la doppia ammonizione che lo priverà  dell'epilogo). I granata sprecano il match point perchè Biabiany ribadisce in gol il rigore respinto da Mirante su tiro scialbo di Cassano, non sfruttano la fase di gioco  con l'uomo in più (espulso Lucarelli) e alla fine è il Parma ad avere l'occasione per passare. Tutto rimandato all'ultimo turno col Milan (con Seedorf ormai agli sgoccioli)  che a Bergamo si trova casualmente in vantaggio, poi macina gioco e legni con Balotelli, subisce il pari e al 94' un tiro strepitoso di Brienza che la punisce  severamente. Le speranze di Europa ci sono ancora ma sono ridotte al lumicino e per il Milan è un flop non indifferente.   Il capitolo salvezza si chiude con 90' di anticipo con lo scontro diretto Bologna-Catania che si conclude con una doppia retrocessione: gli emiliani chiudono male un  anno stregato e hanno anche sfortuna perchè colpiscono due legni, potrebbero avere due rigori a favore, ma alla fine per il Catania è una vittoria di Pirro che aumenta  solo le recriminazione per un risveglio tardivo.


I siciliani passano con una punizione di Monzon, poi alzano le barricate in dieci per l'ingenuo doppio giallo di Peruzzi. Il  Bologna pareggia con Morleo, poi Barrientos raddoppio ed è la fine dei giochi. Anche perchè Sassuolo e Chievo vincono e si mettono al riparo da sorprese. Il Sassuolo  si impone 4-2 su un orgoglioso Genoa che rimonta due volte e poi si arrende (protagonista Floro Flores) mentre il Chievo approfitta dell'arrendevolezza di un Cagliari  tranquilllo per vincere alla distanza con un gol di Dainelli. Goleada facile per il Napoli che asfalta 5-2 una Sampdoria colpevolmente in vacanza: ora è tutto chiaro con  Roma, Juve e Napoli in Champions, Fiorentina e Inter in Europa League. Domenica lotta a quattro per l'ultimo posto in Europa con Torino, Parma, Milan e Verona  ancora in lizza, anche se lo sprint sembra ristretto alla prime due.  

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X