Lunedì, 19 Novembre 2018

Sequestrano, violentano e rapinano prostitute: arresti in Senigallia

SENIGALLIA. Incuranti dei pattugliamenti di polizia e carabinieri disposti dopo l'alluvione che ha colpito Senigallia, due albanesi di 20 e 23 anni hanno sequestrato in auto e rapinato, nell'arco di due giorni, due giovani prostitute di strada romene, una delle quali è stata anche violentata. Le ragazze hanno descritto i loro aggressori e l'auto ai carabinieri, e Filip Zdrava e Ramazan Kanxha sono stati rintracciati e arrestati ieri notte a Osimo, dove vivono. Il primo episodio risale al 7 maggio. Nella frazione di Marzocca i due fanno salire in auto una prostituta, la bendano, fingono di minacciarla con una pistola, abusano di lei e le portano via la borsa con 150 euro e il telefonino. Ieri pomeriggio a Senigallia nuova aggressione ad un'altra ragazza, minacciata con un coltello, bendata e rapinata di 300 euro. Perquisendo l'abitazione dei due albanesi i Cc hanno ritrovato il telefonino sottratto alla prima vittima.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X