Mercoledì, 14 Novembre 2018

Festa dell'Europa a Palermo 600 studenti insieme a Villa Trabia

PALERMO. Gioia e colori a Villa Trabia per la Festa dell'Europa 2014, evento organizzato da Euromed Carrefour Sicilia Antenna Europe Direct Palermo col sostegno della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, della Regione Sicilia e della Città di Palermo. L'iniziativa, atto conclusivo del Progetto Password d'attività informativa sull'Europa nelle scuole, ha visto la partecipazione di circa 600 studenti provenienti da più istituti del capoluogo. I ragazzi hanno partecipato con grande entusiasmo a tutti i laboratori proposti, mostrando grande partecipazione in attività dall'alto valore formativo per conoscere e vivere l'Unione Europea. Per il successo della manifestazione va anche dato credito alla partecipazione è all'entusiasmo degli insegnanti che ne hanno apprezzato l'importanza formativa. Si esprime così in proposito Ponte, insegnante dell'Istituto Comprensivo Statale Alberico Gentili: Nel corso dell'anno il Progetto Password è stato coinvolgente e molto motivante per i ragazzi, per conoscere in maniera importante gli usi e i costumi di molti paesi europei. L'evento finale di oggi - ha proseguito la docente - lascia davvero dei contenuti, sui diritti dell'Unione Europea e dei cittadini, su cui non sono ancora pienamente preparati. Per iniziare a essere cittadini europei bisogna cominciare da questa attività, vivere l'Europa attraverso questa esperienza. La Festa si è aperta nella mattinata di venerdì quando alle 9.30, dopo i saluti, si sono esibiti gli studenti dell'Istituto Comprensivo Statale Luigi Capuana, che hanno suonato «L'Inno alla Gioia» di Ludwig van Beethoven e «Let's Europe». In seguito ha concluso la prima parte della manifestazione l'esibizione del cuntastorie Mel Vizzi e della cantante Cinzia Marotta in «Datemi cuntu ca l'Europa vi cuntu», interessante commistione tra tradizione siciliana e temi europei, approfondimento su leggi europea passando per mitologia, storie e leggende della passione siciliana. L'idea dell'artista licatese è tradizionale, ma rivoluzionaria: La tradizione dei cuntastorie viene anche prima della figura del cantastorie e del puparo, con cui spesso si collabora. Il nostro è un racconto che nasce dall'anima, comprende la musica, il canto e tutto l'essere, anche il corpo deve «cuntare». Una tradizione che si mischia, oggi, con la novità dell'Europa unita: L'idea è veicolare i messaggi positivi dell'Antenna Europea amplificandoli, dando una carica. Ma al tempo stesso far conoscere «la Sicilia che non si vede», possibile da scoprire solo se si scava nel passato. Il cuntastorie è accompagnato dalla musica di Marco Zimmila e dal canto di Cinzia Marotta: Ho conosciuto Mel quando ha messo in scena la vita della cuntastorie Rosa Balistrieri, personaggio fondamentale in questo campo. Col canto si deve entrare in empatia con la storia, cambiare messaggio col tono, comunicare anche coi gesti. Terminata la fase degli spettacoli, per i ragazzi è arrivato poi il momento di tuffarsi a capofitto nel bosco di Villa
Trabia, dove si trovavano l'info point, ricco di materiale sull'UE, ma soprattutto erano presenti più di venti laboratori didattici, preparati con le numerose associazioni partners
dell'evento: tra i diversi temi approfonditi l'Europa e le sue istituzioni, le elezioni del Parlamento Europeo, ambiente, riciclo, diritti umani, teatro, dialogo interculturale,
narrazione e tradizioni popolari. I bambini per tutta la mattinata si sono dedicati in gruppo alle varie attività: sono passati da giochi singoli o a squadre, sino a laboratori creativi; passando poi per i puzzle sull'Europa e gli strumenti musicali; molti si sono sbizzarriti anche disegnando rendendo Villa Trabia un vero e proprio spettacolo di colori. La giornata è terminata nello spazio del palco, dopo i bambini si sono radunati sventolando le bandiere dei paesi dell'Unione e ballando al ritmo del successo di Pharell Williams «Happy», in uno scenario suggestivo e gioioso per il laboratorio video «HappyEurope». Il mese dell'Europa però è ancora all'inizio, nel percorso che porterà sino alle urne il 25 maggio.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X