Mercoledì, 19 Settembre 2018

"Costruttori di legalità", consegnati premi a Ciaculli

CATANIA. Otto premiati, 4.000 ragazzi coinvolti, più di duecento presenze, un centinaio di elaborati presentati dalle scuole di tutta la Sicilia. Queste le cifre dell'evento finale del Concorso "Costruttori di Legalità".
La premiazione, organizzata dalla Fondazione Èbbene in collaborazione con l'Associazione Jus Vitae, si è svolta a Ciaculli nell'Arca di Noè, un bene confiscato alla mafia alla presenza del presidente di Jus Vitae padre Antonio Garau, che ha salutato i ragazzi presenti dicendo loro: "Fate ciò che più vi rende felici, seguite l'esempio di Padre Pino Puglisi". "I giovani - ha detto l'assessore regionale della Famiglia, delle Politiche sociali e del Lavoro Giuseppe Bruno durante il suo intervento - hanno diritto a crescere in una terra liberata dalla mafia".

La seconda edizione si è riconfermata un appuntamento coinvolgente finalizzato alla sensibilizzazione delle generazioni future allo sviluppo di una partecipazione attiva all'interno del territorio in cui vivono e alla consapevolezza che essi stessi sono costruttori del loro domani. Un momento significativo da replicare negli anni, con la partecipazione, la
passione e l'entusiasmo dei ragazzi delle scuole - veri protagonisti dell'evento.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X