Martedì, 20 Novembre 2018

Crocetta: il mio governo il più attaccato dal dopoguerra

PALERMO. "Dal 46' a oggi, questo è il governo che ha subito gli attacchi più feroci da parte della politica siciliana. E questo è indegno. Stiamo portando avanti una rivoluzione, lottando la corruzione: ma perché i soloni del politica che stavano all'Ars la scorsa legislatura, alcuni dei quali sono stati riconfermati e sono attualmente deputati, non si sono accorti che i bilanci del 2011 e del 2012 erano falsi, con buchi miliardari?". Così il governatore della Sicilia, Rosario Crocetta, intervenendo alla presentazione, a Palermo, della candidatura alle europee nella lista Pd per le isole, Michela Stancheris, assessore regionale al Turismo.    
Crocetta ha parlato di alcuni scandali, al centro di inchiesta della magistratura. Come il cosiddetto "sistema Giacchetto" per la gestione di fondi comunitari. "Ben 90 mln di euro per la comunicazione, una cosa incredibile neanche negli Stati Uniti - ha detto Crocetta - Ma quale comunicazione è stata fatta? Dove sono finiti tutti quei soldi? Nella corruzione". E poi la formazione professionale. "Secondo una proiezione che abbiamo fatto con l'assessore Scilabra per il settore basterebbero tra i 100 e i 120 milioni di euro, mentre finora la formazione è costata 350 milioni. Questi 250 milioni in più hanno alimentato un sistema corrotto, buona parte di queste risorse fono finite ai politici. E anti-sistema denunciare questi scandali?". Quindi una stoccata al Pd. "Non ha neppure espulso chi ha gestito il sistema in questo modo", ha tuonato il governatore, riferendosi all'inchiesta della Procura di Messina che coinvolge il deputato Francantonio Genovese, per il quale è stato chiesto l'arresto.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X