Sabato, 17 Novembre 2018

Capaci, in bene confiscato un parco giochi per bimbi disabili

PALERMO.  Altalene adatte a ospitare le sedie a rotelle, percorsi per bambini ipovedenti e rampe di accesso che consentono ai piccoli e a chi li accompagna di giocare insieme. Nasce in Sicilia (il primo nel sud Italia) il parco gioco inclusivo, accessibile anche ai diversamente abili. L'area giochi «C'è un parco per me» sorgerà a Capaci in un terreno confiscato alla mafia.    
Il progetto sarà illustrato dalla Cooperativa «Liberamente» domani alle 16.30 all'università dei Piccoli, in viale delle Scienze (vicino il dipartimento di Psicologia, edificio 15). I parchi gioco inclusivi in Italia, per il momento, sono pochi e si trovano solo al nord: Milano, Jesolo, Parma, Candelo, Genova e Vercelli. Il progetto prevede di «arredare» l'area con pavimento in gomma antitrauma «shock absorbing», altalene con sistemi di sicurezza e controllo della postura, rampe di accesso per sedie a rotelle, giochi a molla anti-caduta, pannelli sensoriali e animati per stimolare la capacità del «saper fare». Attrezzature  che favoriranno, attraverso il gioco, l'integrazione di tutti i bambini, anche quelli affetti da disabilità gravi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X