Lunedì, 24 Settembre 2018

Turismo, Stancheris presenta calendario 2015

PALERMO. "I dati turistici di questa prima parte dell'anno sono confortanti perché mostrano un progressivo rilancio del brand Sicilia nel mercato turistico e che stanno riprendendo ad aumentare le presenze nella regione. Stiamo dimostrando come lavorare sulla programmazione funzioni, e la Regione è affiancata in questa direzione dai principali attori del settore". Lo ha detto l'assessore regionale al Turismo, Michela Stancheris che stamani ha presentato il calendario delle manifestazioni fieristiche e borsistiche del secondo semestre 2014 e le linee guida del piano regionale di propaganda turistica 2015 "ideato al fine di favorire la promo-commercializzazione turistica della Sicilia in Italia e nel mondo".
"In questi mesi, oltre che alle fiere principali, abbiamo portato la Sicilia su mercati appetibili, come Francoforte e Genova, ed è di oggi la notizia che il marchio Sicilia sarà presente all'International Golf Travel Market 2014, l'evento più importante al mondo per l'industria del turismo golfistico, che si terrà per la prima volta in Italia, dal 27 al 30 ottobre, a Cernobbio, in provincia di Como - ha affermato - Germania, Inghilterra e nord Italia continuano ad essere i principali richiedenti per un soggiorno in Sicilia, ma vogliamo puntare forte anche sul mercato interno alla Sicilia. Inoltre, voglio aprire il mercato turistico anche a mercati lontani, come Tokyo o San Paolo, oppure Cina e Paesi arabi, ma per fare questo c'è bisogno di un lavoro più strutturato, perché si scopre come ad esempio i cinesi gradiscano, in albergo, la vasca da bagno anziché la doccia e la visione dei canali televisivi della Repubblica Popolare, e non tutti gli alberghi sono pronti a questo tipo di richieste".
Stancheris ha spiegato che "il mercato russo, invece, si sta destagionalizzando e rendendo autonomo dalle agenzie di viaggi, con organizzazioni sempre più di frequente fatte direttamente dai singoli, e la Sicilia deve puntare su questo tipo di turismo per un forte rilancio del settore; riflettiamo bene sull'opportunità della destagionalizzazione, ma per questo bisogna agire su grandi linee, aiutando gli albergatori a livello nazionale, detassando ad esempio il costo del lavoro nei periodi invernali".
Sempre sul fronte della destagionalizzazione, in autunno in Sicilia ci sarà la Borsa del turismo religioso. Si svolgerà nel Sud est della Sicilia che è attualmente al centro di vari programmi di promozione come i luoghi di Montalbano e i sapori di Montalbano, tutte operazioni che la Regione porta avanti insieme a Enit. "Per destagionalizzare, però, non bastano le fiere e il turismo congressuale, bisogna andare incontro alle strutture - ha evidenziato l'assessore - La Sicilia propone un piano nazionale di aiuti nei confronti di chi resta aperto. Piuttosto che pagare la disoccupazione agli stagionali, si possono usare quelle risorse per sostenere gli albergatori che decidono di restare aperti. Solo così ci sarà un'offerta su cui poi puntare con fiere e promozioni".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X