Lunedì, 19 Novembre 2018

Manovra bis, i sindacati: "Profili di incostituzionalità"

Sicilia, Politica

PALERMO. "La manovra bis alla quale sta lavorando il governo mette in discussione i contratti collettivi di tutti gli enti e le società della Regione, oltre che tagliare di oltre il 30%, e in alcuni casi fino al 50%, i trasferimenti nei confronti degli stessi con pesanti ricadute sugli stipendi dei lavoratori che verrebbero ridotti proporzionalmente". Lo dicono i segretari generali e quelli di categoria di sindacai Cgil, Cisl e Uil che chiedono un incontro con l'assessore all'Economia Roberto Agnello e un'audizione in commissione bilancio all'Ars. "Dal testo della manovra - proseguono le organizzazioni sindacali - emergono gravi profili di incostituzionalità, mentre altri elementi si prestano ad una più che probabile impugnativa del Commissario dello Stato, come avvenuto recentemente con la legge di stabilità regionale". Fp-Cgil, Cisl-Fp e Uil-Fpl ritengono che "prioritariamente si dovrebbe procedere a una razionale riorganizzazione degli enti e delle società collegati alla Regione, affrontando i veri sprechi e i veri mali della cattiva burocrazia: le troppe norme, le procedure farraginose, la cattiva organizzazione del lavoro e non colpendo il già ridotto potere d'acquisto delle retribuzioni dei pubblici dipendenti".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X