Mercoledì, 21 Novembre 2018

Mafia, la protesta del boss Madonia al processo Borsellino: "Non garantita riservatezza con l'avvocato"

Sicilia, Cronaca

CALTANISSETTA. Il boss Salvatore Madonia, imputato al processo per la strage di via D'Amelio in corso a Caltanissetta, in apertura dell'udienza, che oggi prevede, tra l'altro, la deposizione dell'ex ministro dell'Interno Nicola Mancino, ha fatto arrivare alla corte d'assise una lettera di protesta in cui lamenta che non gli vengono garantiti il diritto alla difesa e la riservatezza delle comunicazioni col suo legale, l'avvocato Flavio Sinatra. Al dibattimento sono imputati anche il boss Vittorio Tutino e i falsi pentiti Vincenzo Scarantino, Francesco Andriotta e Calogero Pulci. Inizialmente Madonia aveva deciso di non partecipare al processo in videoconferenza, poi però ha scelto di presenziare.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X