Giovedì, 15 Novembre 2018

Bus ancora fermi a Caltanissetta, accordo lontano

Sicilia, Archivio

CALTANISSETTA. Casse vuote a presidio permanente dei bus a piazza Garibaldi. Per la Scat uno dei momenti più bui della sua storia iniziata oltre mezzo secolo fa dalle ceneri di un'altra società che aveva gestito il trasporto pubblico urbano. Oggi la cooperativa non ha nemmeno i soldi per acquistare il carburante ed è questo il motivo che ha spinto i vertici del gruppo a sospendere già dal 7 aprile tutti i servizi (compresi quelli garantiti per effetto di una convenzione con il Comune) e deve fronteggiare una situazione finanziaria a dir poco critica. Le scadenze però bussano alla porta. Domani vanno in scadenza le polizze assicurative ma in questo caso la Scat sarà nelle condizioni di rinnovarle grazie all'anticipazione comunale da centomila euro con la quale ha potuto turare qualche falla. Ha pagato un acconto di mille euro a tutti i dipendenti, ma di soldi nel cassetto ne sono rimasti pochissimi, da non potere ancora essere nelle condizioni di acquistare il carburante.
UN SERVIZIO NELL'EDIZIONE DI CALTANISSETTA DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X