Mercoledì, 26 Settembre 2018

San Raffaele di Cefalù, piano di potenziamento

PALERMO. Un progetto per il potenziamento della cardiologia dell'ospedale San Raffaele Giglio di Cefalù è stato definito dal direttore generale Vittorio Virgilio con il commissario straordinario e direttore sanitario, Giuseppe Ferrara.  "L'ambizioso obiettivo - spiegano Virgilio e Ferrara - è far diventare la cardiologia di Cefalù, fiore all'occhiello della sanità siciliana". Sono previsti interventi di miglioramento e ammodernamento tecnologico "per accrescere l'efficienza ma anche la sicurezza nel trattamento del paziente". A questo si aggiunge l'ampliamento dell'organico con due nuovi emodinamisti e due infermieri. Verranno incrementati anche i posti letto dell'unità coronarica che da quattro passeranno a sei.    Altro elemento, definito nel progetto predisposto dal management con il responsabile dell'unità operativa di cardiologia, Tommaso Cipolla, è la realizzazione di una seconda sala di emodinamica. "Questo ci consentirà - ha spiegato Virgilio - di far entrare la cardiologia di Cefalù nella rete 'hub' della Sicilia come centro di eccellenza per interventi di alta complessità". La nuova direzione del San Raffaele Giglio punta quindi ad accrescere le prestazioni sanitarie erogate che registrano già numeri importati: nel 2013 gli interventi in emodinamica sono stati 850 e gli impianti di defibrillatori e peacemaker sono stati circa 200.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X