Mercoledì, 21 Novembre 2018

Le ville storiche, la natura e il cibo In primavera si riscopre Bagheria

I tour, organizzati in vista del ponte del 25 aprile e dell’1 maggio, hanno lo scopo di far conoscere la cittadina alle porte di Palermo fra storia, architettura e gastronomia di qualità

PALERMO. Ammirare le storiche dimore e i polmoni verdi di Bagheria. È lo scopo dei tour organizzati, in vista del ponte del 25 aprile e dell’1 maggio, dall’associazione turistica-culturale no profit, Terra del Sole. Due fine settimana caratterizzati da storia, cultura, natura e ovviamente buon cibo. Si comincerà con un tuffo nel passato, con un percorso che permette di apprezzare l’arte.
«”Un giorno tra le ville” è il nome del tour che abbiamo preparato per i cittadini e per i turisti - spiega Virginia Martorana, responsabile marketing Italia dell’associazione Terra del Sole - per i ponti del 25 aprile e del primo maggio. Si passerà una giornata intera alla scoperta dei tesori architettonici di Bagheria, da Palazzo Butera alla Certosa fino a Villa Palagonia, la Villa dei Mostri». E ancora da Palazzo Cutò al giardino settecentesco di Villa San Cataldo, passando da Villa Cattolica (museo Guttuso) per finire con la visita al museo dell’acciuga ad Aspra.
Un iter tra i monumenti che hanno scritto la storia, il fascino, la cultura e l’arte di Bagheria. Non potrà mancare un buon pranzo, ricco di specialità sicule, all’interno di una trattoria tipica, che si trova proprio nel centro storico di Bagheria. Trattoria, inoltre, famosa poiché era il luogo in cui Ignazio Buttitta, amava intrattenere gli amici con i suoi versi. E così proprio in questo posto carico di valori, si potranno gustare piatti tipici della tradizione bagherese e siciliana in generale.
Si continuerà a stare a tavola anche per la festività dell’1 maggio. Prima, però, si farà una lunga escursione tra gli spazi verdi bagheresi. «”Tra natura e buon cibo” è il nome, invece, del secondo tour, quello che abbiamo proposto per festeggiare il week-end dell’1 maggio - continua Martorana -. Passeremo una giornata in giro per il monte Catalfano, da dove si potrà ammirare un panorama mozzafiato, con percorsi naturalisti guidati». Durante la gita sarà possibile vedere, nelle giornate a bassa umidità, le isole Eolie e l’isola di Ustica. Si sosterà nell’area attrezzata che si trova nelle vicinanze del rifugio di proprietà dell’Azienda regionale foreste demaniali, dove si potrà osservare la fauna e la flora caratteristica dell’area: leccio, corbezzolo, lentisco, fillirea, erica, palma nana, euforbia. Sarà in pratica la natura, la vera protagonista degli obiettivi digitali di chi deciderà di unirsi a noi in questo viaggio.
Dopo la gita all’interno degli spazi verdi, si pranzerà insieme all’aria aperta. Il palato gusterà solo pietanze siciliane doc. «Il pranzo sarà preparato sul posto - aggiunge l’organizzatrice -. Per chi non è siciliano e non conosce le origini culinarie della nostra Isola, potrà finalmente assaporare la maggior parte delle specialità sicule tutte in un'unica giornata. Il menù, infatti, prevede un antipasto a base di pani cunzatu e alivi. Poi primo di tagliarini freschi di tumminia con sugo, pittinicchi, melanzane e ricotta salata. Il tutto servito no scanaturi, come nella scena del film Baaria di Tornatore».
Chi volesse avere ulteriori informazioni o per le prenotazioni, basta chiamare i numeri 3452651228/3332155092 o scrivere a info@associazioneterradelsole.com.
Per le prenotazioni relative al tour del 25 aprile si può prenotare entro le ore 13 di martedì 22 aprile. Chi, invece, è interessato al viaggio dell’1 maggio può prenotare entro le ore 13 di sabato 26 aprile.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X